Log in

Subbuteo: ai mondiali Italia asso pigliatutto

  • Scritto da Ca

L'Italia fa la parte del leone ai mondiali di calcio da tavolo Subbuteo in Belgio. Gli azzurri, infatti, tornano a casa con otto delle 12 medaglie d'oro in palio e conquistano anche 5 argenti e 9 bronzi a conferma. La competizione iridata si è disputata a Rochefort lo scorso fine settimana, col sabato dedicato agli individuali e la domenica ai tornei a squadre.


Nella categoria open fuori nel girone il favoritissimo Flores (Spagna), saltanotutti gli equilibri e la finale se la giocano il portoghese Ramos e l'iberico Noguera, alla fine vince quest'ultimo. Bene i nostri, con Daniele Bertelli e il debuttante Luca Colangelo che si fermano in semifinale.
Nella categoria veteran finale tutta italiana tra il ternano Francesco Mattiangeli e il sanremese Gianfranco Calonico, vince il primo la il secondo si consola aggiudicandosi l’Oscar come miglior veteran del 2013.

 

Nelle categorie under in semifinale 11 atleti su 12. Podio tutto italiano nella categoria under 19, titolo al partenopeo Luigi Di Vito su Micael Caviglia, mentre nell’under 15 prevale il napoletano Matteo Ciccarelli sul catanese Claudio Panebianco. Nell’under 12 si laurea campione del mondo il debuttante napoletano Francesco Vezzuto, dopo una finale thrilling sul labronico Leonardo Giudice.

Nella categoria ladies l’esperta Paola Forlani ottiene il gradino più basso del podio. Titolo a sorpresa alla belga Hardenne.
Italia ancora protagonista la domenica a squadre. Nella categoria open, vinto il girone preliminare, avanziamo senza indugi sino alla finale contro i rivali degli ultimi anni, le temibili furie rosse della Spagna. Finale da brivido. Siamo sempre sotto, ma quando inizia la riscossa diamo il via ad una “remuntada” che profuma di impresa. Impattiamo sul 2-2 a 4” dal termine dei regolamentari, giocandoci tutto ai supplementari, dove è decisiva la marcatura del debuttante Luca Colangelo.

Nei veteran approdiamo in finale contro i padroni di casa del Belgio. Partiamo bene, subendo però il prepotente ritorno degli avversari. Costretti ai supplementari, ci pensa il fresco campione del mondo Francesco Mattiangeli a togliere le castagne dal fuoco.

Nelle categorie under 19 e under 15, imbarazzante superiorità. Gli azzurrini portano a casa quanto era doveroso. In finale ancora sempre contro il Belgio.

Resta l’amaro in bocca per la compagine under 12. In finale ancora contro i belgi che stavolta si impongono per 3-1.Nel femminile ci dobbiamo accontentare del bronzo, il titolo va alle belghe, favorite alla vigilia.

Il medagliere conclusivo

Italia 8: ori; 5 argenti; 9 bronzi (22)

Belgio 3: ori; 3 argenti; 3 bronzi (9)

Spagna 1: oro; 1 argento; 3 bronzi (5)

Portogallo: 1 argento; 1 bronzo (2)

Francia: 1 argento

Austria: 1 bronzo

Germania: 1 bronzo

Inghilterra: 1 bronzo

Malta: 1 bronzo

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.