Log in

Fieracavalli 2014, in quattro giorni 160mila presenze e operatori da 85 nazioni

  • Scritto da Redazione

La 116ª edizione di Fieracavalli, la manifestazione di Veronafiere dedicata al settore equestre, ha chiuso oggi, dopo quattro giorni, superando le 160mila presenze.

 

“Un evento sempre più internazionale – afferma il presidente di Veronafiere, Ettore Riello – con il 15% dei visitatori e degli operatori specializzati giunto dall’estero, da 85 nazioni, 5 in più rispetto all’anno scorso”.

“I buyer da Germania, Slovenia e Croazia sono stati i più numerosi tra i padiglioni – aggiunge il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani – ma anche Ungheria, Svizzera, Austria, Francia, Russia, Brasile, Argentina ed Emirati Arabi ormai considerano Fieracavalli la principale piazza di business per il comparto”.

Il successo è frutto di un format che riesce ad unire il mondo allevatoriale, con 2.735 esemplari di 60 razze e 35 associazioni, a quello commerciale, con 650 aziende da 25 paesi e il top dei marchi di abbigliamento e accessori per il cavallo come Kep Italia, Pariani, Porrini, Parlanti, Franco Tucci, Sergio Grasso, Fixdesign, Prestige, Selleria Equipe, Equiline, Miasuki e Rinco. Senza dimenticare appassionati e sportivi che a Verona possono trovare in programma 200 iniziative, tra competizioni di altissimo livello, come Jumping Verona, l’unica tappa italiana della Longines Fei World CupTM, e spettacoli unici, quali il Gala d’Oro Vision, con i più grandi artisti equestri internazionali.

Focus di questa edizione è stato La valigia in sella, un intero padiglione dedicato alle migliori proposte equituristiche di alberghi, agriturismi e maneggi, nazionali ed estere come ippovie in Cina, Cuba e Oman. La valigia in sella è anche il nome del progetto di Veronafiere-Fieracavalli presentato nel corso della rassegna che mira a realizzare un nuovo portale che metta a sistema strutture e itinerari ippoturistici italiani.

Ancora protagonisti, come ad ogni edizione, le discipline western, con le gare tradizionali di gimkana, cutting, pole banding e barrel racing, il Villaggio del bambino, per i cavalieri di domani, il salone del Cavallo Iberico, Frisone e Sudamericano e quello del Cavallo Arabo.

Il padiglione Italialleva ha messo in mostra la biodiversità delle razze italiane, mentre il mondo degli attacchi ha organizzato, tra gli altri eventi, il 5° concorso Verona in Carrozza e il primo tiro a 12 di cavallo italiano da tiro pesante rapido.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.