Log in

Ippodromi: tante corse in programma nel week end

  • Scritto da Redazione

Tante le corse in programma nel fine settimana ippico. Inizia con due Handicap Principali C e tanto di ospiti pronti a sfidare i beniamini locali, il Meeting Internazionale del galoppo in scena all’ippodromo di Siracusa il 7 e 8 dicembre.

Domenica 7 tra i giovanissimi, chiamati a vincere il Criterium Aretuseo, sia l’allievo di Marco Gasparini, Strategic Love, sia il portacolori della scuderia Camici, Lambrusco, sia Grandtropical schierato dalla Dream Horse Srl, sono attrezzati per la distanza e  registrano buona forma.  2000 metri, da affrontare in pista piccola,  con la forma locale  che si affida alla linea già rodata  de La Chica Sensual, Glaka e Lake Dancer. In quest’ordine d’altronde sono arrivati durante la corsa di preparazione affrontata ad inizio novembre. Intrigante, aperto e poco definibile, invece, possiamo definire il Premio Nastro D’oro di Sicilia, che impegna i più esperti anziani. Mister Gabriele Bietolini ci riprova con colei che si era messa in tutta evidenza lo scorso anno: Kitten’s Lady, sperando, però in terreno morbido o pesante. Buona la categoria di Norbanus, mentre chiacchieratissimo è l’allievo di Cascione Melania: Vento del Sahara. Leor Oile Oile vince in bello stile all’ultima uscita. Attesa anche la linea di confronto Celtimar e Comet Grey che potrebbero mettere tutti d’accordo. Tutti e dieci i soggetti frequentanti il campo partenti, insomma, possono, su questi 1400 metri da affrontare con una sola curva, dire la propria e rendersi protagonisti. Tra le sei corse in programma spettacoli equestri curati dall’Associazione Equinart di vera Loforti.

 

 

SAN ROSSORE – A Pisa domenica si inizia dalla corsa clou, il Criterium di Pisa che giunge quest’anno alla sua XXVI edizione ma il conteggio storico di questa corsa è molto particolare. Il Criterium di Pisa fu infatti istituito nel 1894 dal professor Giacinto Fogliata, presidente della Società, e restò sul calendario dell’ippodromo pisano fino al 1899. La prima edizione fu vinta da Rosenberg,  che già aveva vinto il Criterium di Torino e l’anno seguente vincerà anche la prima edizione del premio Pisa. La corsa – con la formula della condizionata - tornerà all’ippodromo di San Rossore quasi cent’anni dopo, nel 1995, facendo registrare il successo di Golden Agos per la monta di Mario Esposito. Dal 2002 è Listed Race. Quest'anno la corsa si presenta affascinante per la presenza di neo importati e di cavalli già noti. Debutta in Italia per i colori di Mario Lanfranchi e il training di Riccardo Santini l'ex inglese Chester Deal che ha un paio di vittorie ottenute in trasferta in terra francese. Il rating è molto buono, superiore a quello che aveva Salford Secret che sappiamo bene quale storia ha tracciato in Italia. Gea and Tea ha già debuttato, vincendo, in Italia e punta a un immediato bis per il giallo e rosso di Vincenzo Caldarola. Anche Kloud Gate e Willow Creek stanno cercando una loro dimensione italiana dopo prima parte di carriera svolta all'estero.

Tra i cavalli già noti, Brex Drago ha ottenuto il 4° posto nel Gran Criterium a Milano: sarà sufficiente come titolo? Inoltre, in un paio di occasioni ha denotato un carattere non facile che lo ha portato a scartare in retta d'arrivo verso sinistra. Dario Vargiu ha il probabile favorito della corsa ma dovrà giocare di fino come ben sa fare. Avabin la sua listed l'ha già vinta, il Criterium Nazionale, e poi ha tentato anche una listed in Francia ma la trasferta non ha avuto esito positivo. Anchise è una femmina molto insidiosa: da maiden ha siglato in maniera disarmante un handicap principale a Roma, il Sette Colli, lo stesso che aveva vinto lo scorso anno Hoovergetthekeys poi a segno nel Criterium di Pisa. Attenzione. Il premio Andred è un handicap limitato per le femmine di 3 anni e oltre sui 2.200 metri. Stefano Botti presenta una coppia per i colori di casa e potrebbe realizzare anche un en plein: Sweet Lollypop e Comet Queen possono riusccire in questa impresa. Anche la Razza Dormello Olgiata cala due pedine, il top weight Oryetta (già piazzata in corsa di gruppo) e la bella grigia Touraine. Mikamine gradisce la distanza impegnativa e potrebbe inserirsi nel dibattito per la vittoria. Il premio Rosenberg, handicap principale, è stato scelto come tris straordinaria e non poteva essere altrimenti. Il peso maggiore è per Passaggio, piazzato nel Carlo Vittadini di gruppo 2.  Il compito per lui non è semplice ma ha la classe per venirne a capo anche se non sarà il favorito. Trovare il bandolo della matassa è comunque molto difficile e ogni linea può essere quella valida. Proviamo con una sorpresa: Pepparone. Al rientro dopo lunga assenza ha corso bene a San Rossore. Era un cavallo di classe che se pronto può mettere tutti nel sacco. Holy Japan Emperor è un rivale temibilissimo, la coppia schierata da Riccardo Santini (Pride and Joy - Tropical Storm) attira l'occhio, Pacchianillo in ombra per ora nelle due corse stagionali potrebbe mettere tornare in auge. In bocca al lupo al cronista Sandro Marranini che dovrà commentare una retta d'arrivo senza dubbio palpitante!

 

ARCOVEGGIO - Incroci accattivanti nell’affollato week end del trotto europeo, molte le piste in attività e riflettori puntati sugli appuntamenti classici in programma a distanza di 24 ore sulla direttrice Firenze/Treviso, con una prestigiosa rappresentanza di driver tricolori in trasferta a Parigi e Bologna ad ospitare una domenica ricca di spunti tecnici. Clou riservato ai cadetti, in sei impegnati sulla distanza del miglio con la frequentatrice classica Ramona Caf in pista con il suo allenatore Gennaro Casillo per ribadire l’ormai acclarata dimensione agonistica che ne fa una delle giumente migliori del panorama italiano, mentre dal buen retiro di Vigone, alto Piemonte e vista sulle Alpi, giunge Revillon, esponente dell’agguerrita squadriglia di Marco Smorgon che mira al bottino pieno in virtù di una forma al top e della possibilità di giostrare all’avanguardia, sempre che Record Roc e Francesco Virzì non tentino il colpaccio allo stacco della macchina. Meno evidenti ma non per questo marginali le chance di Renoir du Lac e Rosy Alan, grintoso frequentatore di impervie corsie esterne il maschio, velocista provetta la femmina, con Manuele Matteini e Mauro Guasti nel ruolo di rispettivi conduttori; del tutto velleitaria la presenza di Refosco Font. La giornata apre nel segno dei puledri con il previsto match tra la torinese Tentazione -scuola Smorgon ed un convincente ruolino di marcia- e Tina Pan, eccellente al debutto in partnership con Giorgio Cassani ed oggi in predicato di cancellare lo zero dalla casella vittorie, mentre alla seconda curiosità per il ritorno sul suolo natio di Nugget di Poggio dopo una lunga parentesi svedese, ma pronostico in bilico tra l’ex vincitore classico Pitango Jet, in versione Tutino alla guida ed Ehlert in regia, e Passion Barboi, altra proposta del lanciato Andrea Farolfi mattatore di quest’ultimo scorcio stagionale sotto le Due Torri. Gentleman  e cadetti in scena alla terza con il bolognese doc Matteo Zaccherini ospitato dal favorito Richard Zs, inviato dal nord-est di scuola Zanetti mentre in alternativa si candidano Record Nord Fro e Zorzetto, preferiti al duo Regina Dei Rossi/Filippo Monti. Alla quarta ancora una manche per la leva 2012 ed eccellenti possibilità di replicare un recente primo piano per Tsunami Cup, giovane pupillo di Paolo Leoni che ne affida le sorti agonistiche all’ottimo Barbini, con l’onnipresente Smorgon ed il suo Tesauro in leggero sottordine stanti i dubbi sull’adattabilità del giovane virgulto all’anello in scala ridotta dell’Arcoveggio. Folla in pista e molti dubbi in ottica pronostico all’incedere della quinta, un miglio per routinier in là con gli anni affidati ai gentleman, nel corso del quale si potrebbe  assistere al ventilato  tentativo di fuga della chiacchierata Olga Pant, chance di Filppo Monti, e l’inseguimento del veneto Lion By Pass, con Bressan alla ricerca di un altro successo bolognese dopo quello ottenuto giovedì. Alla settima ancora il nord-est in prima pagina con la penalizzata Olimbiast ed all’ottava Sognador Rob, positivo allievo di Giorgio Carini affidato ad Enrico Montagna in qualità di catch driver.

 

VINOVO - Dopo la pausa che l’ippodromo di Vinovo si dovrà prendere nel prossimo fine settimana per la programmazione imposta da scelte ministeriali, l’attività ippica a Torino riprenderà mercoledì 10 dicembre con la disputa della Tris Quarte Quinte nazionale e di altre 7 interessanti corse. Alle ore 18,30 di mercoledì prossimo andrà in scena un miglio per quindici cavalli valido come Tris nazionale e sarà possibile per gli appassionati cercare di indovinare anche la cinquina di cavalli nel marcatore per la scommessa Quinte. Come spesso succede in questo tipo di corse potrebbero essere i cavalli con i numeri più alti a centrare il successo. Potrebbe essere una corsa particolare per Andrea Guzzinati e per tutta la famiglia “Guzzi”, a cui vanno in anticipo i migliori auspici da parte di tutto lo staff di HippoGroup Torinese, per l’arrivo del terzogenito di Andrea e Josephine. La data del lieto evento coincide proprio con il 10 dicembre. Tornando alle questioni ippiche spicciole, il 15 di Rinascita Ok con Andrea Guzzinati sarà uno dei più seguiti. I cavalli della scuderia Del Castello di Luigi Colombino sono quanto mai in forma e Rinascita Ok potrebbe mettere tutti d’accordo.

Il 13 Rione d’Esi che Mauro Baroncini affida di nuovo a Tommaso di Lorenzo avrà buone chance. Il 12 di Rufolina e Santo Mollo sono una valida alternativa. Le scelte per la ricerca di un outsider che possa aumentare le quote del totalizzatore potrebbero passare per il 2 di Romantica Font, finora sempre messa molto peggio nello schieramento, per il 3 Rolling Stonedif con Salavatore di Fede Jr e dal 6 di Roulette Car. Nelle altre corse spicca la partecipazione di Sir Robert e di Seattle Bi nel premio Pianeti. I due cavalli saranno gli unici a cimentarsi a 2080 contro validi cavalli schierati venti metri più avanti. Sarà una sfida fra Santo mollo con Sir Robert ripresentato in Italia dopo i tentativi e la vittoria in Francia e l’ospite Seattle Bi con Arnaldo Pollini contro Marco Smorgon che guiderà Singapore e soprattutto Pietro Gubellini con Shadow Gar che con il numero 2 sarà un osso durissimo da battere. Le corse a Vinovo mercoledì 10 dicembre inizieranno alle ore 15,10. Come sempre ingresso libero e gratuito per tutti. Appuntamento successivo fissato per domenica 14 dicembre quando in pista ci saranno le selezioni della Maratonina d’Inverno e in tribuna le degustazioni dei prodotti del Panificio Delper, di Caffarel e il gazebo di Telethon.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.