Log in

Week end a tutta ippica: ecco gli appuntamenti da Nord a Sud

  • Scritto da Redazione

Tanta ippica nel fine settimana italiano. Domenica 22 marzo si apre ufficialmente la primavera trottistica di Agnano con un convegno che offre diversi spunti di interesse (inizio ore 14.30) in vista del memorial Gianni Campili del 6 aprile (55.000 euro in due batterie, race off e consolazione), tradizionale prova di avvicinamento al Gran Premio Lotteria del 3 maggio. Domenica sono otto le corse in palinsesto (anche su Sky Sport canale 220 Uniresat) con il Maschio Angioino 6^ corsa ore 17.05, ex gran premio riservato ai 3 anni indigeni sul miglio e una moneta di 20.900 euro al traguardo, che ha raccolto al via otto buoni soggetti tra cui quattro figli di Varenne tra i migliori della generazione: Titti Jepson, Tony Gio, Taurus Del Ronco e Tudor Dany Grif. Nel Castel dell'Ovo riservato alle sole femmine (€ 8.800 metri 1600, 2^ corsa ore 15) sono in sette al via tra cui le favorite Tiffany Gar e Talia Axe. Ben riuscita anche la settima corsa, premio Palazzo Reale, internazionale per anziani valida per il 'road to Lotteria' (regolamento, programma corse e pronostici su www.ippodromoagnano.it).

PISA - L'ippodromo di San Rossore, come ogni anno ormai da nove anni, ospita Sardegna in festa a San Rossore, l'occasione per rendere sempre più stretto il rapporto tra il nostro ippodromoe una terra molto legata ai cavalli e al mondo delle corse. Inoltre, quest'anno abbiamo anche programmato in questa giornata due corse per i purosangue arabo, nell'ambito di una collaborazione sempre più stretta tra Mipaaf e Anica per la realizzazione di un percorso qualitativo riservato a queste corse. Il Premio di Primavera ha una dotazione da Gran Premio per il settore (15.400 Euro) e da questa corsa inizia un nuovo ciclo perché è riservata ai debuttanti di 3 anni. Sono 11 i cavalli al via e, ovviamente, dobbiamo avvalerci delle voci raccolte da alcuni dei protagonisti poiché la maggior parte di questi cavalli è allenata in Sardegna e giunge a San Rossore per la corsa. La genealogia parla in favore di Tiffany, che è sorella piena dell'ottimo Nasco. Domenico Migheli in sella per il training del padre Mario. Buone voci accomapgnano anche Tex di Massimiliano Narduzzi e Telitorno (figlio di Coreano) del giovane Livio Puggioni. Avremo anche il grande piacere di avere a San Rossore Mauro Manueddu, fantino che monta più all'estero che in Italia al quale è stato affidato Terrebrune. Altre soluzioni possono essere ovviamente possibili, a partire da Tuscia con Salvatore Basile. Nel Premio Figaro, handicap per gli anziani sui 1.800 metri, troviamo con il top weight proprio Nasco che troverò l'opposizione di Monnalisa, sfortunata al suo esordio sulla pista pisana. Bene in corsa anche Serum ma attenzione perché il gioco dei pesi  mescola le carte e altre soluzioni sono plausibili. Gran bella corsa! Nel pomeriggio un'altra presenza internazionale protagonista in pista: Umberto Rispoli, tornato la scorsa settimana da Hong Kong, sarà impegnato in tre corse a San Rossore. Proverà a far vincere la sua prima corsa in carriera a Unselfish nel premio Antonietta Guardati (maiden sui 1.500 metri), sarà in sella al top weight e probabile favorito The Lion Fish nel premio Folklore Sardo - Gruppo Folk Beata Vergine del Rimedio (handicap sui 1.900 metri) e proverà a riportare in auge il nome di Youger Years nel premio Associazione Grazia Deledda. Rispoli dovrebbe otrnare a San Rossore anche domenica prossima per montare nel 125° Premio Pisa.

BOLOGNA - Una domenica dagli accattivanti spunti tecnici attende gli appassionati all’Arcoveggio, con gli anziani protagonisti di un affollato clou e le giovani leve impegnate in sfide incerte ricche di prestigiose individualità, il tutto dallo scoccare delle 14.25 e sino alle 17.25, finalmente illuminati dalla luce naturale. In dieci sulla distanza del miglio, i protagonisti della prova più ricca del pomeriggio bolognese spiccano per forma e indubbie qualità atletiche, tanto da rendere quasi impossibile la scelta di un favorito, con l’ex primaserie Negresco Milar da osservare con attenzione nell’ennesimo tentativo di tornare ai fasti che lo imposero tra i migliori della sua generazione, Marco Guzzinati, suo mentore  professa incondizionata fiducia, tanto da intraprendere la lunga trasferta dal suo buen retiro brianzolo, mentre incuriosisce la presenza di Rhythm’n Blues, precoce velocista che Ettore Vairani ha portato ad una notevole dimensione agonistica affidandola al nitido talento di Maurizio Cheli, e tra gli inquilini di una referenziata seconda fila, spazio al tenace Niki Del Duomo e a Rejna Inn Ronco, atout di peso nell’impegnativa domenica di Enrico Bellei. Gentleman deputati ad aprire la giornata con la possibile replica ad un recente primo piano per Truxelli e Marco Lasi, radio scuderia induce a non trascurare Tiziano Font, ospite dalla provincia pistoiese con Stefano Baldi saldo in sediolo, mentre il pluripremiato Michele Canali improvviserà la stimata Teodora Lans, ed alla seconda, testimone ai prof e ai cadetti,  per un match tra la marchigiana Smeralda Op, con Bellei in sediolo, e il locale Sofort Rl, invero piuttosto deludente negli ultimi tempi, dopo aver palesato eccellenti doti nelle prime uscite estive, mentre Sbirulino Grad potrebbe conquistare un podio. Il livello sale al sopraggiungere della terza, miglio per tre anni dalle evidenti ambizioni classiche su cui spiccano l’invitta Tamia Jet,  che Andreghetti guiderà per conto di Augusto Borghetti e per i colori dei Toniatti, Tenerife, carta Ehlert con Wim Paal alle redini e Tessa Ob Sonic, proposta di Bellei per il training di Gennaro Casillo. Al ritorno in pista dei gentleman, la quarta del palinsesto, schema ad handicap e media distanza a premiare le caratteristiche di Mannù del Pino, sul quale sale il proprietario Matteo Zaccherini, leader nazionale della categoria pronto a rintuzzare gli attacchi a distanza del campano Simeoli. Ancora anziani alla quinta, miglio e nove binomi al via con il decaduto Mercury Roc a inseguire la vittoria  supportato dalla talentuosa mano di Michela Racca e severamente esaminato dalla Bellei, Penny Lane, e da Rapid Lady, allieva di Andrea Sarzetto con il fido Farolfi ai comandi. Alla settima, missione difficile ma non impossibile per il “solista” Stratocaster, ancora i due Andrea in vetrina e chance di peso per Sogno D’Asolo, con Bellei e Shaghy, pupillo di Alessandro Baldi da seguire in chiave podio per chiudere con Roses Rob e Rosso Verde Bi, coetanei dai natali veneti che Bellei e Mauro Biasuzzi interpreteranno con la consueta maestria.

SIRACUSA - Sono pochi ma buoni i protagonisti del Premio Alceo,  condizionata sulla quale si punteranno  gli  occhi, sabato pomeriggio all’ Ippodromo del Mediterraneo. Tra i sei soggetti  di tre anni al via,  sul doppio kilometro della pista sabbia, c’è un rientro che cattura l’attenzione:  quello de “La Chica Sensual”, che torna in pista dopo un prestigioso successo in Handicap Principale,  nella rinione invernale, quindi vale la prima chance. Alternative più tangibili in un Mister Ranger, dalla forma strepitosa e amante della sabbia, nella regolare Lake  Dancer e, se dovette adattarsi al dirt, non va sottovalutato Cold Dream. E saranno ancora i 2000 metri della pista sabbia a dover essere affrontati nel Premio Saffo, handicap discendente con la dotazione di 8,800 euro. A darsi battaglia, questa volta, dieci soggetti anziani.  Degna di essere seguita, soprattutto, la linea tracciata da Piave e Icy Ring, entrambi con perizia ostica, ma in  condizione strepitosa. Meglio collocati nello schema, invece,  gli altrettanto positivi Gloden General e Logy King. Da attenzionare, infine, London River al confronto di una categoria ampiamente alla sua portata. Ad aprire i battenti alle 14.55 il Premio Simonde, dove si annuncia un match tra Rapphen e Magneus Dream.    

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.