Log in

Ippica, sconfitte e conferme nelle gare del weekend

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Sabato ricco per gli appassionati delle corse ippiche. Fra Capanelle, Merano e Siracusa, ecco i risultati, con le vittorie di Goldstream, Chiaromonte e Difenditi.

 


DERBY ITALIANO 10ELOTTO - Per il secondo anno consecutivo il Derby Italiano di galoppo 10eLotto (Gruppo II - 2200 mt - € 715.000) ha consacrato un portacolori della scuderia Effevi. Dopo Dylan Mouth nel 2014, a regalare il Nastro Azzurro alla scuderia di Felice Villa stavolta è stato Goldstream, cavallo che è in comproprietà con i Dioscuri. Il baio allenato da Stefano Botti figurava tra i favoriti in questa 132° edizione del Derby e non ha deluso le aspettative degli ottomila spettatori (gioco sul campi € 200.000) giunti all’Ippodromo Capannelle per godersi le nove corse del Derby Day.

 

POKER DI SUCCESSI PER BOTTI - In sella all'elegante baio figlio di Martino Alonso con cui aveva firmato il Premio Botticelli Cristian Demuro, giovane fratello... d'arte di Mirko, agonisticamente parlando nato e cresciuto proprio nell'ippodromo romano con debutto nelle corse pony, ha iscritto il suo nome nell'albo d'oro della corsa più importante del calendario italiano all'età ventitre anni. Straordinaria soddisfazione per l'allenatore Stefano Botti vincitore di quattro delle ultime quattro edizioni del Derby (con Crackerjack King, Biz The Nurse e Dylan Mouth) che cala così un ‘poker’ fantastico di successi.

 

LA SODDISFAZIONE DI VILLA - A dir poco raggiante anche il patron della scuderia Effevi, Felice Villa, vincitore del Derby nel 2014 con Dylan Mouth, nel 2011 con Crackerjack King e anche nel 2007 con Awelmarduk. A chi gli ha chiesto dopo la premiazione quale fosse la vittoria più bella tra le quattro ha risposto: "Quella che non si scorda mai è certamente la prima ma dalla seconda in poi è iniziato il sodalizio con Stefano Botti e dunque dico la seconda. Con i Botti abbiamo messo in piedi una struttura organizzativa veramente importante che ripaga tutte le mie aspettative. Ho i colori da ventitre anni e so come bisogna lavorare. Lo stiamo facendo davvero bene". Trainer e proprietario hanno così ripetuto la già storica doppietta segnata nel 2014, con il secondo posto di Sound of Freedom unica femmina in gara con in sella Fabio Branca. La saura figlia di Duke of Marmala tre settimane fa si era aggiudicata il Premio Regina Elena agli ordini di Cristian Demuro.

 

LE ALTRE CORSE - Terza piazza per Time Chant con Diego Vargiu. Tra le nove corse del programma del Derby Day, corsa faro della stagione, due corse di Gruppo 3. Il Premio Carlo D’Alessio, per cavalli di quattro anni e oltre sui 2400 metri (61.600 euro di montepremi), ha laureato il derby winner 2014: Dylan Mouth (Effevi, allenatore Stefano Botti) affidato alla monta di Fabio Branca. L’altra pattern della giornata ha visto al via i velocisti sui 1200 metri del Premio Tudini che ha assegnato la vittoria al sei anni Falest (Scuderia Errevi, allenatore D.Crisanti) montato da Federico Bossa.


SOL INVICTUS BATTUTO A MERANO - A Merano giornata d’apertura nel segno del 'ben ritrovati' ma anche del 'benvenuti' a Maia frequentata da un buon pubblico, misto fra appassionati e nuovi volti. Sol Invictus, il leader nazionale delle siepi era il più atteso del pomeriggio ma ha dovuto cedere il passo a un Chiaromonte superlativo, che Ivan Cherchi (successo al debutto meranese, training di Ilenia Nero) ha lanciato in dirittura salutando la truppaSecondo il Sol ma di poco sul compagno di colori Arjen e Racconigi. Sulle siepi per 4 anni, caduta Lohala quando sembrava di poter dire ancora molto, la strada s’è fatta in discesa per Last Scream (Pollioni in sella e Bastianelli allenatore) efficace nel disperdere Company of Ring e Astro Benigno. 

 

CEKI VINCENTI - Le altre due sugli ostacoli sono state appannaggio dei ceki: Budapest ha fatto il bello e cattivo tempo nel cross d’apertura, idem per Mazhilis nello steeple. Doppietta, dunque, per il jockey Jan Kratochvil. In piano, successi per Noble Champion (Riccardo Belluco), Mychoon (Margherita Della Pietra) e Carioca Black (Renato De Rossi).

Prossima giornata di corse lunedì 25 maggio.

 

A SIRACUSA LA SPUNTA DIFENDITI - Cambia tattica di corsa, guadagna molto in perizia e Difenditi infligge un duro ko ai papabili. Succede nel Premio Eliseo, condizionata che , al Mediterraneo, la femmina di Stefano Postiglione ha graduato nel doppio kilometro della pista sabbia. Alla regia Tony Fusco che, assunto il comando sin dalle prime battute, gestisce la gara senza troppe insidie. Solo nei metri conclusivi è chiamato a maggiore impegno da un Preston che, condotto la conduzione di Giuseppe Cannarella, è deciso a sfidare Difenditi in un duello. La portacolori della Rob&Mar Adventures, però, non si lascia intimidire e argina il gettonatissimo avvesario al posto d’onore. Ancora podio per il buon Futuro Anteriore che prende la terza moneta, su un tracciato in sabbia dove non riesce ad esprimere al massimo le sue grandi potenzialità.


IL PREMIO SIBARITA - E’ un assolo, quello di My Saxy Week che centra il bersaglio alla prima uscita in carriera. Ipoteca il Premio Sibarita, prova per debuttanti di 2 anni, che ha aperto il convegno. Antonio Cannella in sella dirige le operazioni di gara e si allunga, poco dopo l’ingresso in dirittura, in maniera disarmante sul compagno di scuderia Pretzel Logic. A seguire il tandem di Mark Cuschieri lo stimato King The Monte.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.