Log in

Ippica, Stranissima la spunta nel Premio Teatro Greco di Siracusa

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Si bruca, si incita, si ci rigira su se stessi, si cade, si corre e si accenna anche un timido galoppo, ma alla fine, è lei che vince guidata dal cavaliere del Centro Ippico Don Santino Massimo Argentano: Lucia. Divertenti, esilaranti, simpatiche le competizioni con le asinelle hanno regalato tanta allegria per il Galà dell’asino, del mulo e del cavallo in scena il 2 giugno all’ippodromo di Siracusa.

 


I vincitori hanno offerto grandi soddisfazioni al proprietario Vincenzo Cavalieri della Fattoria Cugno Lupo di quel paesino Canicattini Bagni, che è stato presente con il Comitato dei Quartieri e con gli organizzatori del Palio di San Michele. Riprodotte ambientazioni con antichi carretti e abiti tipici della civiltà contadina.


IL PREMIO TEATRO GRECO - Il galoppo scrive sull’albo dell’handicap principale Premio Teatro Greco il nome di Stranissima e del fantino Antonio Fusco. Impeccabile la volata sui 1600 metri della pista grande che non ha lasciato spazio agli avversari. Sul podio Spread, che offre due piazze consecutive all’allenatore Claudio Impelluso e Mister Ranger che recupera terreno utile per agguantare la terza moneta. Forza e agilità, quelle dei muli, raccontata in pista anche dalle esibizioni e dalle coreografie curate dai Mulari Siciliani. Presente all’evento anche il ciclista avolese Giampaolo Caruso che ha premiato i vincitori e a cui è stato augurato un grosso in bocca a lupo per il prossimo impegno: il Tour De France. Suoni e ritmi siciliani, mescolati all’inno nazionale italiano, dunque per celebrare una più che significativa Festa della Repubblica.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.