Log in

Palio di Siena: il 2 luglio lo storico evento, ma non mancano le polemiche

  • Scritto da Redazione

Il 2 luglio si correrà il tradizionale Palio di Siena, la corsa di cavalli in piazza del Campo della famosa cittadina toscana, che ha origini storiche e rappresenta un’attrazione per italiani e stranieri. Ma anche quest’anno non mancano le polemiche.

Lunedì mattina la cavalla Periclea si è infortunata in modo grave durante una delle 4 batterie della tratta, che precede l’assegnazione dei cavalli alle 10 contrade che correranno il 2 luglio. L’animale è stato successivamente abbattuto per le ferite riportate. Questo ha scatenato nuove controversie. “Non mi stancherò mai di ripetere ciò che vado dicendo da anni. Il Palio di Siena è una manifestazione pericolosissima per i cavalli. Non ci sono misure di sicurezza che tengano: va abolito e basta”. È il commento di Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, che da ministro del Turismo si era opposta all’inserimento del Palio nella lista dei candidati italiani da presentare alla commissione Unesco per il riconoscimento del titolo di ‘Patrimonio dell’umanità’.

 

“Non solo non è un patrimonio dell’umanità – aggiunge la deputata animalista  – ma offusca l’immagine del nostro Paese all’estero, è uno spettacolo insensato e crudele che può entusiasmare alcuni, ma fa inorridire milioni di altri, italiani e stranieri, e certamente tutti coloro che amano e rispettano gli animali. La cavalla Periclea ha pagato con la vita il tributo ad una tradizione che non ha più alcuna ragione di esistere, se non per l’interesse e l’egoismo di pochi. Veramente adesso basta".

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.