Log in

Ippica, parterre pieni a Vinovo e Cesena per le corse del weekend

  • Scritto da Redazione GiocoNews


Ippica protagonista con le corse del Gran Premio Carlo Marangoni a Vinovo e il Campionato Europeo di Trotto a Cesena.

 

Primo week end di settembre all'insegna dell'ippica in molte città d'Italia. A cominciare da Vinovo, che ha ospitato l’edizione 2015 del Gran Premio Avv. Carlo Marangoni. Grande folla anche sugli spalti dell'ippodromo di Cesena, con il Campionato Europeo di Trotto.

 

TANTO PUBBLICO A VINOVO - C’è stato davvero il pubblico delle grandi occasioni all’ippodromo di Vinovo per vivere le emozioni che ha saputo regalare l’edizione 2015 del Gran Premio Avv. Carlo Marangoni. Tutto quasi come ai 'vecchi tempi' complice
anche la bellissima giornata di sole che ha fatto registrare quasi sette mila presenze con gli spettatori accorsi anche per ammirare le bellissime autovetture sportive presenti. Dalla pista due emozionanti Gran Premi con un Timone Ek stratosferico. Ha lasciato tutti a distanza per una passerella in retta d’arrivo con Federico Esposito che già ben prima dell’arrivo salutava il pubblico. Una vittoria che conferma le qualità del cavallo napoletano di proprietà di Luigi Lettieri e allenato da Gennaro Casillo.

 

LA SPUNTA TIMONE EK - Svolgimento della corsa molto mosso con una partenza testa a testa fra Timone Ek e Thor di Girifalco, quest’ultimo riusciva passare al comando soltanto dopo mezzo giro. A un giro dal via però Federico Esposito decideva di riprendersi il comando e da lì all’arrivo Timone Ek dimostrava di valere più di tutti gli altri. Parziali graduati a piacere e retta d’arrivo che diventava una passeggiata davanti al pubblico per prendere il giusto tributo di applausi per chi è il netto e doveroso favorito del prossimo Derby del Trotto. Media finale per il vincitore di 1.14,8 sui 2.100 metri del Marangoni 2015. Grande gioia in premiazione per tutto il Team di Timone Ek che si portava a casa anche i tantissimi premi messi in palio dall’Anact, dalla signora Mara Jegher, da BetFlag e da HippoGroup Torinese. Il premio più curioso i 25 Kg di riso dell’azienda agricola Lodigiana. A premiare il vincitore anche Alberto Avetta, vicesindaco della Città Metropolitana torinese che ha voluto essere presente per prendere contatto con l’ippodromo di Vinovo e con la realtà
dell’ippica piemontese. Sancito il trionfo di Timone Ek dietro di lui finiva fortissima Troja d’Asolo che regolava il gruppo degli inseguitori con una gran volata a centro pista dopo un percorso nelle retrovie a seguito di una partenza lentissima. Terzo Toni Gio.
 
TENERIFE BATTE TRESOR DREAM - Nel Marangoni Filly coraggiosa corsa di testa per Santo Mollo e la sua Tresor Dream. Tutto bene per la cavalla del Team Rubino fino in retta d’arrivo quando Tresor doveva arrendersi all’attacco di Tenerife che Roberto Vecchione aveva tenuto coperta alle spalle della leader. Vittoria convincente alla media di 1.13,6 per la cavalla allenata da Holger Helert e di proprietà della napoletana scuderia Golfo dei Poeti. Tresor Dream finiva ancora seconda anche per la rottura in arrivo di Terra dell’Est. Appuntamento per le prossime corse al trotto a Vinovo fissato a domenica 13 settembre.

IL TROTTO A CESENA - Sabato di grande suggestione all’ippodromo del Savio, con il Campionato Europeo che chiude la stagione di trotto davanti ad un numerosissimo pubblico nonostante la concomitanza calcistica Cesena/Brescia. Nella prima prova del Campionato Europeo, giallo per il ritiro di Standout a causa della ferratura irregolare e vittoria a tempo di record per Olona Ok spettacolare nel suo coast to coast volato in 1.11.4 nuovo record della corsa, con Gaetano Di Nardo splendido interprete e Probo Op eccellente runner rup su Oneghin del Ronco. Alla settima Specialess ha onorato il pronostico vincendo a
mani basse in 1.14.0 sulla media distanza dinanzi a Sing Hallelujah e Superbo Capar. Non sono mancate le emozioni nemmeno nella seconda prova dell’Europeo, con Orsia vincitrice non senza contestazioni da parte del team di Oneghin Del Ronco, vittima di una presunta scorrettezza da parte dell’allieva di Antonio di Nardo e con Probo Op ancora secondo dopo improbe corsie esterne, mentre al terzo posto è giunta una diligente Rania Lest. Arrivo a fruste alzate con tre soggetti simultaneamente sul palo alla nona corsa, serrato il fotofinish tanto che il giudice d’arrivo ha sancito una salomonica parità tra il favorito Ribot Zs e la Rimica di Azzurra in 1.14.4, mentre Ogill Rum ha chiuso al terzo posto non senza recriminazioni.

LA VITTORIA DI ORSIA - Fratelli contro nel race off con Olona Ok e Gaetano in pole position contro i favoriti Antonio e Orsia, match che è subito decollato con Orsia al comando e Olona al largo per un pressing asfissiante sfociato nel via libera da parte dell’avversaria e poi, traccheggio nelle fasi intermedie con sprint finale e vittoria di Orsia tra gli applausi di
un pubblico festante e numeroso, il tutto in 1.13.5. En plein targato Di Nardo ed ennesimo suggello stagionale per il più giovane Antonio, dominatore di Grassi, Città di Cesena, Superfrustino e Campionato Europeo, come dire un autentico cannibale,
se poi alle vittorie romagnole si aggiungono Città Di Montecatini, sempre con Orsia e Campionato Italiano guidatori. Chapeau Tony Young.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.