Log in

Ippica, le corse del weekend: vittorie tedesche a Milano e a Merano

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Le sorprese dell'ippica: a Milano il tedesco Red Dubawi, alla sua prima corsa in Italia, vince il Premio Capua

 

 

Weekend di corse nel segno della Germania a Milano e a Merano. Red Dubawi e Victoria Regina la spuntano all'ippodromo di San Siro, mentre Kazzio si aggiudica l'edizione 76 del Gran Premio Merano. A Siracusa sette corse di galoppo e l’Handicap Principale 'C' centrato da Ottawa.

 

A MILANO LA SPUNTA RED DUBAWI– Sette anni, tedesco, manto baio: Red Dubawi, con il fantino Andreas Suborics, ha vinto a sorpresa il Premio Vittorio Di Capua, corsa di Gruppo 1 disputata domenica pomeriggio all’ippodromo di San Siro a Milano. Arrivo appassionante, con quasi tutti i purosangue in gruppo: tutto si è deciso negli ultimi 80 metri, con l’italiano Kaspersky, tra i favoriti della vigilia, che aveva condotto in testa tutta la retta d’arrivo preferendo un percorso nella parte più interno della pista. Ma alla fine lo sforzo richiesto a Kaspersky è risultato eccessivo e gli inseguitori - che avevano invece seguito la parte centrale del tracciato - sono riusciti a riprenderlo e superarlo. Negli ultimi metri di corsa, Red Dubawi è scattato in avanti e ha rapidamente preso la testa, posizione tenuta fino al traguardo; alle sue spalle, il francese Bookrunner e un altro italiano, Circus Couture, hanno provato a recuperare terreno ma alla fine si sono fermati al secondo e al terzo posto. Kaspersky è arrivato quarto, davanti a Mind That Boy, francese supplementato (iscritto all’ultimo momento) e che forse ha corso al di sotto delle aspettative della sua scuderia. “Valutando la forza e l’esperienza di Red Dubawi, ma anche la sua età – ha dichiarato il fantino Andreas Suborics – eravamo fiduciosi nel puntare a un piazzamento, poi è venuta fuori una bella corsa, Red Dubawi ha risposto bene soprattutto nella parte conclusiva”. Il purosangue tedesco ha disputato oggi la prima corsa in Italia della sua carriera.

IL SUCCESSO DI VICTORIA REGINA - Sempre domenica pomeriggio a San Siro si è disputato il Premio Elena e Sergio Cumani, corsa di Gruppo 3, tradizionale appuntamento sui 1.600 metri per sole femmine di tre anni e oltre: ancora una vittoria tedesca, con Victoria Regina che ha battuto la francese Malka e l’italiana Reset In Blue. Tra gli oltre 3.300 gli spettatori presenti a San Siro, la Società Trenno, che gestisce gli ippodromi di Milano, ha assegnato alcuni premi agli ospiti più eleganti, scelti tra coloro che avevano rispettato l’invito a indossare un capo di abbigliamento o un accessorio verde, colore distintivo del Premio Di Capua. Il premio per la coppia più elegante è stato assegnato ai signori Betty e Mauro Quercioli, quello per la coppia giovane ai signori Camilla Falagiani e Luca Caminiti (quest’ultimo è un gentleman, fantino non professionista). Il Premio Eleganza è stato vinto dalla signora Rosalind Hunter. Ospite di San Siro Gianfranco Dettori, storico fantino padre di “Frankie”, che ha firmato un sottosella con il 'n. 1' a significare i suoi grandi trascorsi di vittorie. Anche Andreas Suborics ha firmato il suo sottosella, utilizzato in corsa di Red Dubawi: entrambi i sottosella sono stati poi regalati al pubblico di San Siro che affollava il palco delle premiazioni. La prima corsa della giornata è stata dedicata all’ippodromo Iffezheim di Baden-Baden, in Germania, dove è presente un club di appassionati di ippica, i cui componenti sono soliti visitare i principali ippodromi europei: oggi una delegazione del club era presente a San Siro
 
A MERANO ALTRA VITTORIA TEDESCA - L’inno tedesco risuona anche sull’edizione 76 del Gran Premio Merano. Vince Kazzio, interpretato da Kevin Chan per il training di Vovcenko e i colori del team Bernd Huckschlag - Gestuet Riepegrund, volando via in un finale avvincente i due francesi, Marinas autore di un fantastico finale in recupero, e Ole Companero che aveva provato la fuga al momento del dunque, sull’ultima piegata. Quarto Frolon, primo degli italiani e monumento di generosità, quinto Nando del team altoatesino Aichner-Taber. E tutti i citati in tre lunghezze, per un arrivo palpitante. Poco dietro Company of Ring, coraggioso e con potenziale di sviluppo, lontani Demon Magic sotto tono e Kauto Sweety dopo gagliardo percorso da battistrada. Gli altri respinti da Maia, a partire da un fatale talus per Perfect Gentleman, l’irlandese di Ruby Walsh e Willie Mullins, fermato un impreciso Ciro Vincenti, stessa sorte per l’attesa Kamelie, per Tomcat de Kerser, Budapest e Mighty Mambo. Corsa spettacolare davanti a oltre 10 mila spettatori in un pomeriggio chiuso, sotto gli applausi de pubblico, dal Carosello dei Carabinieri, un concentrato di emozioni.

A SIRACUSA OTTAWA SUPER – Domenica dedicata all'ippica anche al Mediterraneo di Siracusa con sette corse di galoppo e l’Handicap Principale 'C' che ha regalato sorrisi al team di Ottawa. Un Premio Nastro d’Oro Di Sicilia, riservato a cavalli di tre anni e oltre impegnati sui 2100 di pista piccola, che ha raccontato di un match annunciato tra il portacolori dell’ Alca Torre di Canicarao e Scilloso, che oggi ha dovuto accontentarsi del posto d’onore. Buona terza piazza, infine, conquistata da Never Say Never. La giornata ha visto anche la presentazione in terra siciliana di Fieracavalli, in programma a Verona dal 5 all'8 ottobre con la presenza a Siracusa dei manager della manifestazione Luciano Rizzi e Armando Di Ruzza. “La Sicilia è terra di grande amore verso il cavallo – ha sottolineato il direttore di Fieracavalli Luciano Rizzi - ed è giusto partire da questa grande fucina di passione e talenti per promuovere Fieracavalli Verona”. “L’ippica accoglie nel suo decimo evento organizzato – precisa l’amministratore del Mediterraneo Concetto Mazzarella - un marchio come Fieracavalli che da tempo sostiene il mondo equestre ed è stato un onore presentare l’ippica che può e deve essere promossa anche in tale vetrina”. Il galoppo ritornerà sabato 3 ottobre con un convegno che ospiterà tra le corse di cavalli le dimostrazioni di atleti, e loro fedeli amici a quattro zampe, impegnati all’interno della struttura ippica in un Campionato Italiano Fidasc Cinowork.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.