Log in

Ippica, i risultati delle corse a Capanelle e al Mediterraneo

  • Scritto da Alex Greco


A Roma Odeliz vince il Premio Longines Lydia Tesio, Mac Lir domina il Premio Viola sulla pista di Siracusa

 

 

Weekend all'insegna dell'ippica negli impianti di Capanelle e Siracusa. Sulla pista di Capanelle Odeliz conquista il Premio Longines Lydia Tesio mentre il Premio Viola in terra siciliana va a Mac Lir.

 

STRANIERE DOMINATRICI - Il Premio Longines Lydia Tesio (gruppo 1, 264.000 euro, m. 2000 p.g.) corso domenica 25 ottobre a Capannelle è tornato terra di conquista per le femmine straniere. Dopo due edizioni di successi made in Italy con il team Effevi, Branca, Botti, nell'albo d'oro del prestigioso Gruppo 1 entra il nome di una cavalla proveniente da oltre confine: Odeliz.  Arrivata a Roma dallo Yorkshire con i favori del pronostico, la saura di cinque anni di proprietà della svizzera Barbara M. Keller, allenata dall’irlandese Karl Burke e con in sella il jockey olandese Adrie De Vries ha tenuto la testa del gruppo delle migliori imponendosi sul palo per un’incollatura sull’attesa Sound of Freedom (Scuderia Effevi - Stefano Botti) con Fabio Branca. Terza ancora una straniera, la francese Via Pisa (Haras de Saint Pair - Fredy Head) con Thierry Jarnet.

 

L'ULTIMA CORSA DI ODELIZ - Entusiasta il clan della vincitrice, e in particolare la proprietaria Barbara M. Keller: “Vincere qui a Roma è stato fantastico - ha detto - ancor di più di Deauville di fine agosto, forse perché questa è stata l’ultima corsa di Odeliz”. Barbara M. Keller, infatti, ha iscritto la figlia di Falco che aveva acquistato a tre anni, alle prossime aste di Newmarket di dicembre.
“La cavalla ci sta dando le maggiori soddisfazioni ora in maturità - ha detto ancora la proprietaria - ma è giunto il momento di venderla”. Con quella odierna le vittorie di Odeliz passano a sei, compreso il Prix Jean Romanet gruppo 1 di Deauville, su un totale di 23 corse disputate in carriera.

IL PREMIO RIBOT A KAPERSKY - La seconda corsa più attesa della giornata a Capannelle è stato il Premio Ribot - Memorial Loreto Luciani (gruppo 3, 77.000 euro, m. 1600 p.g.) riservato ai miler di 3 anni e oltre. Come da pronostico si è rinnovato il duello tra Circus Couture e Kaspersky. Condotto da Umberto Rispoli, a vincere nettamente è stato quest’ultimo. Kaspersky, allenato da Edmondo Botti e di proprietà dell’Allevamento La Nuova Sbarra, ha battuto di una lunghezza e mezza  Circus Couture (Scuderia Effevi - Stefano Botti) che era montato da Fabio Branca. Terza piazza per Porsenna (Scuderia Aleali - Stefano Botti) con Claudio Colombi.
 
AL MEDITERRANEO LA RIVINCITA DI MAC LIR - E match fu. Mac Lir torna a dominare Whip Storm, sigillando il Premio Viola, la condizionata che ha impegnato gli anziani sui veloci 1200 metri della pista sabbia sabato 24 ottobre. Il campo non ha smentito le attese. Mac Lir, risulta il più veloce dalla compagnia assumendo il comando della gara già dalle prime battute. Si presenta all’ingresso in dirittura, ancora padrone della pista. Da qui si smuovono le acque: Whip Storm si avanza dall’esterno con aria minacciosa.
Super Cannella - È un duetto quello confezionato sabato all’ippodromo del Mediterraneo, da Antonio Cannella e Robertino Fontana. Impeccabile si dimostra, alla fine, il primo che, in sella proprio al 'Mac' di Mark Cuschieri, in piena spinta riesce a contenere gli avversari. Ottima la terza piazza ottenuta da Abrazzo Dales che, alla regia di Carmelo Zappulla, conferma di essere in grande progresso. Stimato dal team e chiaccherato per i lavori mattutini, Super Felice riscatta l’opaca prestazione del debutto e trova il suo primo successo nel Premio Orchidea, maiden riservata ai giovanissimi chiamati ad affrontare i 1400 metri della pista grande.
 
 
SCOMMESSE FORTUNATE - È la quarta prova in programma che ha visto salire sul podio Abeona e SuperGulp, quest’ultima così come il vincitore, sotto le cure di Cluadio Impelluso. Coup de Talon e Daniele Scalora, infine, tornano a far sorridere la scuderia Golia S.r.l. e qualche fortunato scommettitore, che porta a casa una tris di oltre diecimilaeuro. Poco attesa infatti la terna che ha scritto il Premio Rosa, composta dall’allievo di Enzo Cutrale, da Brigant Akiram e dalla pronosticata Lava dell’Etna.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.