Log in

Gran Premio Orsi Mangelli: sedici i trottatori al via

  • Scritto da Alex Greco

Il Gran Premio Orsi Mangelli torna a Milano dopo due anni di assenza e si corre sulla ‘pista dei record’.

 

Ufficializzati i nomi dei sedici cavalli trottatori che partecipano al Gran Premio Paolo e Orsino Orsi Mangelli, corsa di Gruppo 1 che si disputa domenica 1 novembre all’ippodromo del trotto di Milano ‘La Maura’. Si tratta di uno degli appuntamenti più sentiti per tutti gli appassionati di ippica, in particolare per i milanesi che, dal 1970, considerano il 1 novembre come la giornata più importante per il trotto del capoluogo lombardo.

 

Il Gran Premio Orsi Mangelli torna a Milano dopo due anni di assenza e si corre sulla ‘pista dei record’ del nuovo ippodromo del trotto ‘La Maura’. La distanza per l’edizione 2015 della corsa è di 2.250 metri: al via alcuni tra i migliori trottatori di tre anni del momento, compresi i protagonisti del Derby disputato a inizio ottobre, dal vincitore Testimonial Ok, figlio di Varenne, al secondo e terzo classificato Tesoro degli Dei e Troja d’Asolo (anche lei figlia del ‘Capitano’), a Tuscania Pal, fresca vincitrice delle Oaks del trotto, sino a Timone Ek e Tango Negro, molto attesi in occasione del ‘Nastro Azzurro’ ma entrambi squalificati per rottura sulla prima curva e domenica di nuovo in corsa. E’ già accaduto in passato che un cavallo, dopo non aver brillato al Derby, si sia preso una clamorosa rivincita in occasione dell’Orsi Mangelli.

Tre gli stranieri: il francese Charly Du Noyer, presentato dalla scuderia Marquise de Moratalla (una delle più prestigiose a livello mondiale), il norvegese Photo Lavec e l’olandese Flashback.
Sempre domenica 1 novembre si corre il Gran Premio Orsi Mangelli Filly, edizione al femminile, corsa di Gruppo 2 per femmine di tre anni: saranno in 14 al via, e anche in questo caso si annuncia una corsa vivace, combattuta e di buon livello qualitativo. In pista tra le altre Tenerife, fresca vincitrice del Marangoni Filly e battuta solo a fil di palo nelle Oaks del trotto da Tuscania Pal dopo un’emozionante retta d’arrivo, oltre a Tresor Dream, Talisker Horse, Terra dell'Est e Talabarteria. Per quanto riguarda le tre straniere, Indira Bo in luglio ha vinto le Breeders tedesche, l’altra teutonica Flori Dragon raramente fallisce il piazzamento, così come What R.U. Going Todo, norvegese di nascita statunitense, che quest’anno ha disputato sette corse cogliendo tre vittorie, tre secondi e un terzo posto.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.