Log in

Ippodromo La Maura: a Milano il Gp Mangelli

  • Scritto da Ag

Domenica a Milano, per la prima volta sulla pista dell'ippodromo La Maura, il Gran Premio Paolo e Orsino Orsi Mangelli.

 

Domenica 1 novembre torna a Milano, per la prima volta sulla pista de La Maura, il Gran Premio Paolo e Orsino Orsi Mangelli, una delle più importanti corse per il trotto italiano e di grande tradizione milanese. Appuntamento fisso per tutti gli appassionati sin dalla prima edizione del 1970, è una delle corse più attese e sentite dell’anno, con in pista solo cavalli maschi e femmine di tre anni, italiani ed esteri. Si corre sulla distanza di 2.250 metri e ha un montepremi di 220mila euro. Il Gp Orsi Mangelli torna nella sua città natale, nella nuova pista de La Maura e sulla nuova "pista dei record".

 

   L’edizione 2015 si annuncia quale una possibile rivincita per Tango Negro, cavallo della scuderia Virginia: in occasione del Derby ha infatti inaspettatamente rotto l’andatura al trotto, e l’Orsi Mangelli diventa l’occasione di riscatto. Sarà guidato dallo svedese Björn Goop e la sua vittoria è offerta a 3,00 dai quotisti Snai: correrà senza ferri agli zoccoli, una scelta che di solito viene attuata quando un cavallo è in perfetta forma per consentirgli di correre in piena libertà.

   Come principale avversario di Tango Negro è atteso il francese Charly Du Noyer, quotato 4,00 e presentato da una delle migliori scuderie di trotto d’Europa, la Marquise De Moratalla. Avrà in sulky Yoann Lebourgeois, driver d’Oltralpe.

Il ritiro per febbre di Testimonial Ok, vincitore del Derby 2015, apre la strada a Tesoro Degli Dei, secondo nel Nastro Azzurro, guidato dal driver Pietro Gubellini e quotato 6,00. Quota 8,00 per Timone Ek, anche lui in cerca di riscatto insieme al guidatore Federico Esposito, e per l’olandese Flashback, annunciato in piena forma dalla sua scuderia.

Si passa quote più alte per gli altri cavalli: a 11 la figlia di Varenne Troja D’Asolo e il norvegese Photo La Vec, a quota 16 Tuscania Pal, vincitrice delle Oaks del trotto. Quote da outsider per Turno Di Azzurra, guidata da Roberto Andreghetti (21), Tony Gio (26), Tino Roc (31), Tulum, Theodor Grif, Toseland Kyu e Tom Ford Bi (51).
Come da tradizione, il Gran Premio Orsi Mangelli sara preceduto un’ora prima dal “Filly”, corsa di Gruppo 2 per sole femmine di tre anni, sulla distanza di 1.650 metri e con montepremi da 66mila euro. In questo caso le quote vedono un possibile testa a testa tra le tedesche Indira Bo (guidata da Roland Hulskat) e Flori Dragon (con Maik Esper in sulky), quotate rispettivamente 3,50 e 4,00. Flori Dragon correrà senza i ferri posteriori, anche in questo caso indice di forma al top. Il tifo italiano sarà tutto per Teorema Om, guidata da Enrico Bellei, quotata 6,00 e principale italiana candidata alla vittoria. Il driver Björn Goop, oltre a Tango Negro, guiderà Trendy Ok, quotata 8,00. Da segnalare infine la norvegese What R.U. Going Todo, nata negli Usa e quotata 11, e la 'nostra' Talabarteria, cui il driver Roberto Andreghetti proverà a far dimenticare la prova non eccelsa nelle Oaks del trotto: quota 13.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.