Log in

Ippica: Bologna e Siracusa si preparano per un week end di corse

  • Scritto da Redazione

Fine settimana con tanti eventi negli ippodromi italiani. Corse di livello da Nord a Sud della Penisola.

Due condizionate divise per età, che guardano alle attese competizioni dell’8  di Dicembre, rubano già la scena nel convegno di galoppo in programma sabato 14 all’ Ippodromo del Mediterraneo di Siracusa. I giovanissimi soggetti di due anni, che proveranno a strappare il biglietto per il Criterium dell’Immacolata, saranno messi a dura prova sui 1400 metri della pista grande, previsti nel Premio Fierissima. E’ una bella condizionata che presenta Eternity Star con il fascino dell’imbattuta e la temutissima novità di Monster Legend, dal curriculum invidiabile. Ci sarà spazio anche per gli altri sei partecipanti, tutti annunciati in grande forma e con potenzialità da non trascurare. Saranno gli anziani, invece, i protagonisti del Premio Nasello, che lancia la sfida sui 1700 metri della pista grande. In attesa dell’Handicap  Principale Gran Premio Unire che ne accoglierà i vincitori, Rayos De Sol è chiamata a difendere lo schettro da regina del Mediterraneo soprattuto dai nuovi arrivati Kastini e Laguna Drive, entrambi dai buoni trascorsi. Molte le valide alternative locali. Aperte ed equilibrate anche le altre corse in palinsesto, che regaleranno scenari incerti fin sul palo, sintomo di un’ippica che rivendica tutta la sua qualità.

 

ARCOVEGGIO - Domenica bolognese nel segno della tradizione, andrà infatti in scena la selezione regionale del Palio dei Proprietari, kermesse che da molti lustri chiama a raccolta i performer anziani maggiormente distintosi durante la stagione, impegnandoli in un handicap il cui vincitore ed il relativo runner up strappano l’ambito pass per la Finale, ricco invito nel frangente programmato all’ippodromo di Agnano nel giorno di Santa Lucia, domenica 13 dicembre.
Pur con qualche defezione, in qualche caso motivata da momentanei stop agonistici, in altri  da scelte programmatiche diverse, la prova è caratterizzata da un rating elevato e da un diffuso equilibrio tattico, con dieci binomi al primo nastro ed un solo candidato a scontare la severa penalizzazione di venti metri. Proprio da quota meno venti parte la disamina tecnica della contesa, con Scaccomatto Spin ad inseguire assecondato dall’esperienza di Edoardo Moni, ospite toscano che improvviserà il portacolori modenese, moderandone gli ardori e seguendo passo passo le mosse dei due avversari più pericolosi in ottica vittoria, la vecchia volpe Incos e il campione uscente Osio, il primo affidato a Francesco Virzì, il secondo carta di rilievo per Giorgio Cassani. 
 
Il refrain del 'pochi ma buoni' apre le danze bolognesi alle 14.25 con un miglio declinato al femminile e riservato alle due anni, una prova che regalerà la prima vittoria di una carriera ancora in embrione ad una tra Urany Matto, oggi in versione Greppi, Una Calla Jet, con Moni nel suo elemento d’elezione e cioè le giovani leve, oppure a Urasia Tab, debuttante assai stimata dal suo allenatore Maurizio Cheli, mentre alla seconda il pallino passa alla vecchia guardia, con le fasi d’avvio a regalare solide chance di vittorie a chi tra Nureiev Champ, Regensbourg e Occulto conquisterà la leadership, in alternativa, nel caso di errate scelte tattiche, buone chance per Raptorens Benal, nell’inedita partnership con Mauri Cheli.
Si torna ai tratti giovanili con l’arrivo della terza corsa, un miglio riservato alla leva 2012 che vivrà sul match tra la ritrovata Tantilla Jet e l’ottimo Take The Crown, leggi Virzì vs Manuel Galeazzi, con possibile replica alla quarta, dove i due si fronteggeranno a bordo rispettivamente di Stratocaster e Rainbow Of Nando, da considerare però più consoni al podio rispetto alla maggiore caratura proposta da Sugar Breeed, e Samurai Be.
Positivi cadetti incrociano le fruste alla quinta corsa, altro miglio di una giornata improntata alla velocità che vedrà Socrate Banal recitare ruolo di assoluto favorito in virtù dei recenti progressi atletici mentre Scirea Car e Solista Matto rappresentano le più solide alternative al potente alfiere di Marcello Becci assai progredito grazie alle cure di Salvatore Valentino. In chiusura, gentleman agguerriti alla settima con Renoir Matto prima scelta soprattutto per l’ispirata guida del capoclassifica tricolore Matteo Zaccherini ed alla ottava, Taitù Laser e Tonight Lux, sulla carta i migliori prospetti di una corsa aperta a molteplici soluzioni.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.