Log in

Ippica, Eternity Star e Rayos de Sol regine del Mediterraneo

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Vincono e convincono le due cavalle nel sabato dell'ippica a Siracusa, a Cesena omaggio a Laghat

 

Eternity Star e Rayos de Sol proseguono la serie di successi e guardano con ottimismo alle attese competizioni di dicembre. Sono ancora loro le protagoniste indiscusse delle due condizionate, divise per età, che hanno impreziosito il convegno di scena sabato all’ippodromo del Mediterraneo.

 

ETERBITY STAR - Eternity Star difende la sua imbattibilità e, conquistando il terzo successo consecutivo nel Premio Fierissima, riservato ai giovanissimi, si assicura un posto privilegiato per il Criterium dell’Immacolata. La piccola star diretta da Giuseppe Cannarella, trovato un varco invitante ai 250 metri dal traguardo, viene chiamata a maggiore impegno, progredisce e riesce a vincere e convincere. Saint Steven e Monster Legend che, dall’ingresso in dirittura avevano creduto di poterle strappare lo scettro, si sono dovuti accomodare al secondo e al terzo gradino del podio.

 

RAYOS DE SOL - Rayos de Sol, invece, agguanta il suo quinto trionfo di fila nel premio Nasello, mettendo una seria ipoteca sul Gran Premio Unire, Handicap Principale che manderà in pista qualitativi soggetti anziani. In sella il solito, irrefrenabile, Sebastiano Guerrieri che deve semplicemente difendersi, sul finire di gara, dall’ affondo disperato di un buon Samitri, frenato al posto d’onore. Laguna Drive, infine, atteso al debutto sulla pista siracusa, non va oltre la terza moneta.

 
A SAN ROSSORE APPLAUSI PER LAGHATDomenica l'ippodromo di San Rossore ha tributo un omaggio speciale a Laghat, il portacolori e allievo di Federico De Paola che non parteciperà più alle corse. Il pubblico gli ha rivolto un grande applauso quando è giunto al tondino, prima di scendere in pista per la passerella davanti alle tribune. Laghat passerà il resto dei suoi anni in un paddock vicino alla scuderia dove ha vissuto fino a oggi. Con lui hanno partecipato a questa festa Federico De Paola, Giuseppe Rosati Colarieti (il suo allevatore), Giuseppe Virdis (il fantino che con lui ha vinto le prime corse. Il direttore dell'Alfea Emiliano Piccioni ha consegnato a De Paola una targa ricordo a nome anche di tutti gli appassionati.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.