Log in

Pisa: domenica la Ribot Cup, favorito Cam Hardie

  • Scritto da Redazione

Importante giornata di corse a San Rossore il 28 febbraio, un mix fra la tradizione e la novità, come spesso accade.

 

 

La tradizione è quella delle 'polues' le due corse di preparazione in vista del Premio Pisa del 20 marzo. Entrambe le corse del 28 febbraio sono in pista grande.

Si inizia dal premio Thomas Rook per i maschi nel quale non è facile scegliere per più motivi. Fidaslemei è piaciuto molto in occasione del suo debutto vincente sulla pista nel quale ha risolto una situazione che tatticamente non si era messa al meglio. Perego è cresciuto di condizione corsa dopo corsa. Pythius era molto atteso nel suo debutto italiano a Pisa dove terminò quarto e adesso è in attesa di verifica. I due di Gasparini, City of Stars e Nice Name, sono molto insidiosi vista la forma, Lone Cypress ha impressionato nel suo debutto vincente sulla pista, sua unica apparizione fino a ora.

Le femmine nel premio Andreina sono 10 e Sue in the Desert si presenta come la probabile favorita. Da Cenaia calano Facia de Tola, già seconda in Listed, e Conselice. Sarà interessare vedere in questo contesto anche Bufera, una corsa e una vittoria per lei.

La novità domenica è rappresentata dalla nona edizione della Ribot Cup che vedrà sette giovani fantini confrontarsi in tre handicap con le monte a sorteggio. Vediamo velocemente corsa per corse le chance dei vari cavalli e proviamo a pronosticare il fantino vincitore della Ribot Cup.
Premio Alex Piombo sui 1.750 metri Sera d'Estate (Valentin Seguy) può prendersi la rivincita su Pink Valley (Lukas Delozier). Ho Yam Lay (Cam Hardie) vinse una prova della Ribot Cup 2015. Sorpresa Colpo di Gloria (Ed Greatrex) nonostante il peso.Premio Scuola Allievi Fantini, prova sui 1.000 metri (la seconda in assoluto che si disputa su questa distanza a Pisa) nella quale Caesar Imperator (Pierre Bazire) nonostante il peso ha le carte in regola per far bene. Road Warrior (Cam Hardie) è in serie positiva a Varese mentre Via Garibaldi (Andrea Mezzatesta) è alterno nel periodo ma è da tenere sotto controllo.Premio Ears si chiude con il prova sui 1.400 metri che potrebbe essere fondamentale per l'esito della Ribot Cup nel quale Wonderful Wind (Cam Hardie) sembra maturo per un risultato pieno. Imelda (Valentin Seguy) e Khartum (Andrea Fele) non partono certamente battuti. Detto questo, il fantino che sembra favorito per vincere questa nona edizione della Ribot Cup è Cam Hardie anche se Valentin Seguy ha tre buone carte da giocare e anche il suo connazionale Lukas Delozier saprà farsi valere.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.