Log in

Ippica, i vincitori delle corse del weekend a Vinovo e Siracusa

  • Scritto da Redazione

Weekend all'insegna dell'ippica a Vinovo e Siracusa: vittorie per Pascià Lest e Rayos de Sol.


Il weekend non è stato amaro di emozioni per gli appassionati dell'ippica che hanno seguito le corse in programma negli ippodromi di Torino e Siracusa. A Vinovo oltre 5mila presenti per la vittoria di Pascià Lest al Costa Azzurra – Trofeo Betflag e al Città di Torino – Trofeo Cronaca Qui mentre al Mediterraneo, in terra siciliana, torna al successo Rayos de Sol.


A VINOVO … SI STA DA PASCIÀ! - Grandi firme in scena all’ippodromo di Torino, in un pomeriggio ad alta intensità che non ha tradito le attese della vigilia. Il 'vecchio' Costa Azzurra ha aggiunto l’ennesimo avvincente capitolo ad una storia che prosegue ininterrotta dal 1963, consegnandosi per la seconda volta nelle sapienti mani di Pippo Gubellini, già a segno nel 2007 con Frisky Bieffe; questa volta è toccato al 'varennino' Pascià Lest iscriversi ad un albo d’oro di lusso. Ottima l’impressione fornita dal portacolori di Samuele Querci, già enfant prodige del trotto nostrano fin dall’età dei tre anni, vissuta da
protagonista assoluto fino al trionfo nel Derby. Da qualche tempo Pascià ha varcato le Alpi per essere affidato alle cure del trainer francese Fabrice Suloy,  e i risultati non hanno tardato a venire, concretizzandosi in un perentorio 1.11.3 – eguagliato il record della corsa di Napoleon Bar dell’edizione  2014 – al termine di uno svolgimento tutt’altro che scontato.

 

LA GARA - Super Pippo ha scelto di partire a tutta, dopo la prima curva ha sopravanzato Zorro Photo che  era sfilato allo stacco in virtù del numero interno, salvo lasciare strada davanti alle tribune all’attesissima Princess Grif, presentatasi al via con i galloni di favorita. Dopo un primo giro serratissimo – 1.10.7 – sulla piegata finale Princess ha cercato l’allungo risolutore che è sembrato a portata di  mano fino agli ultimissimi metri, quando la femmina di casa Biasuzzi ha accusato lo sforzo; Pascià ha viceversa ritrovato lo spunto migliore e, abbandonata la scia della rivale, l’ha castigata in prossimità del palo. Terza Peace of Mind ben condotta da Andrea Guzzinati. La stilettata di Pascià Lest ha di fatto tolto allo svedese Bjorn Goop, interprete di Princess Grif, il bis nell’albo d’oro del Costa Azzurra a dieci anni  esatti dal primo successo, targato Smashing Victory; poco prima però il top driver scandinavo aveva passeggiato in bello stile nel Città di Torino, preso di  forza da un debordante Timone Ek.Troppo netta la superiorità palesata dal Mr Vic di Luigi Lettieri, peraltro protagonista di uno svolgimento non ottimale che  l’ha visto impegnato lungamente al largo; la corsa è stata imbastita per buona parte dal derbywinner 2015 Tesoro degli Dei, atteso ad un acuto per ora  destinato ad altra data. Dopo un chilometro iniziale relativamente tranquillo, Tesoro negli ultimi seicento metri ha ceduto il passo finendo nelle retrovie  e lasciando il campo al dirompente speed del vincitore,che ha fatto il vuoto già a metà retta. A completare la trio l’ottima e inattesa Troja d’Asolo e Temon  Your Sm con Marco Smorgon. Media complessiva da 1.13.6, lontano il record di 1.12.8 di Le Toquet, stabilito nell’edizione 2009.

LE ALTRE CORSE - Il contorno ai due clou si è rivelato di assoluto valore; splendido l’assolo di Ufo Kronos nel confronto dei puledri, siglato da 1.13 sotto  l’ispirata regia di Roberto Andreghetti, per un cavallo che promette mirabilie sulla lunga strada del Derby di ottobre. Nel cuore del pomeriggio l’inaugurazione del defibrillatore collocato in zona scuderia, nel contesto di una iniziativa in collaborazione con Specchio dei Tempi, grazie alla quale l’ippodromo può da oggi dirsi cardio-protetto; un aspetto importante per una struttura abituata a ricevere molti spettatori e che,  durante la settimana, rappresenta il luogo di lavoro per tantissimi operatori. Degna di nota la veste in HD che la regia dell’ippodromo di Torino ha voluto regalarsi per l’occasione, grazie al supporto del service esterno VideoB. Splendida la qualità delle immagini che rimarranno negli archivi dell’ippodromo;  ispirata come sempre nel raccontare la giornata l’accoppiata Elisabetta Busso – Jacopo Brischetto, stavolta supportati dalla bravissima Carlotta D’Agostino  che dalle scuderie ha raccolto le interviste ai protagonisti. Smaltiti i fasti della giornata, si tornerà a trottare lunedì prossimo, nella giornata del 25  aprile.
 
SIRACUSA NEL SEGNO DEL TEAM GUERRIERI - Rayos de Sol torna a brillare sul Mediterraneo. Acclamata a gran voce per il curriculum invidiabile, la titolata  femmina schierata da Marcello Restuccia, decide la condizionata che, sul miglio della pista grande, ha impegnato i soggetti anziani. In cabina di regia il  compagno di sempre, Sebastiano Guerrieri, che assume il comando della gara fin dalle prime battute, mantiene la leadership lungo il percorso e allunga sul  finale in maniera devastante su Grey Bet e Laguna Drive che, nell’ ordine completano il podio del Premio Heraklion. Team di Sebyan Guerrieri, protagonista
assoluto oggi all’ Ipprodomo del Mediterraneo. Anche il loro Monster Legend va al bersaglio, risolvendo l’altra condizionata che, sulla stessa distanza del  miglio, ha schierato i cavalli di tre anni. In sella al figlio di Captain Rio, l’allievo fantino Gabriele Cannarella, bravo a parare l’affondo finale di  Anfiarao e Dinasty D’Or, arginati al secondo e al terzo posto nel podio del Premio Impish.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.