Log in

Merano: il 26 maggio ouverture con sette corse

  • Scritto da Redazione

All'ippodromo di Merano lunedì con sette corse (quattro ostacoli e tre piane) fanno da cornice cinque prove per gli Haflinger.

 

L’ippodromo di Merano inaugura la stagione ippica il lunedì di Pentecoste con una giornata densa di contenuti e la promessa di mandare in scena uno spettacolo a tutto tondo. I protagonisti saranno ovviamente i purosangue che partecipano in massa alla riapertura: 80 partenti in sette corse. Prima e dopo di loro in pista andranno gli Haflinger, rinnovando il connubio fra le tradizioni ippiche del territorio. Una media di oltre dieci partenti per corsa e un numero variabile fra i nove e i tredici concorrenti nelle quattro prove sugli ostacoli: bel segnale di vivacità e interesse. Subito presenti gli ospiti della repubblica Ceca ma anche rappresentanti germanici e svizzeri, per il confronto con il top dell’ostacolismo nazionale capitanato dai nomi dei vari Favero, Romano, Contu.
Diversi i motivi tecnici, spicca nel Premio Val Venosta il debutto in steeple del talentuoso Stellato della partnership Aichner-Bianco-Brennan, al quale si oppongono l’altrettanto valido Dominato (Romano per Fekonja), Nelly Darrier (colori Dormello training Nero), Collar An Tie (Taber per Elliot), mentre Favero prova forze nuove (Lindaro) e vecchie conoscenze (Le Temujin, Shame).

 

Inventi e Kolt Tango misurano le forze della nuova leva di ostacolisti di 3 anni; fra i 4 anni Rio Apache va a caccia del suo grande giorno; nella siepi per i più vecchi Arjen è la punta di classe ma Morning Star e Fantastico Daniele sono clienti ostici. C’è un denominatore comune che riguarda anche le tre prove per G.r. e Amazzoni: oltre all’elevato numero di attori, una difficoltà di lettura del pronostico che è il sale delle corse.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.