Log in

Superbo Capar vince il Gran Premio Repubblica Sisal Matchpoint

  • Scritto da Redazione

Il Gran premio Repubblica di Sisal MatchPoint all'ippodromo Arcoveggio di Bologna lo conquista Superbo Capar.

 

 

Attenzione da tutto il Paese verso il trotter felsineo, teatro del tradizionale appuntamento con il Gran Premio della Repubblica nell’affollato giovedì festivo, tappa di fondamentale importanza per la stagione agonistica dei free for all. Miglio per dieci e favori del pronostico riservati all’esperto Probo Op, atletico allievo di Edoardo Moni, reduce da un’esaltante partecipazione al napoletano Lotteria e proposto in grande spolvero dal punto di vista atletico dal suo appassionato entourage.

In breve la cronaca di una sfida vissuta con grande intensità dai concorrenti, con Superbo Capar leader dopo duecento metri di gara davanti ad un’accondiscendente Peace Of Mind e al teutonico Dream Magic Be, mentre Probo Op si è trovato nella scomoda posizione esterna, cominciando subito a pressare il battistrada. Match senza esclusione di colpi, Superbo e Beppe Lombardo alla corda, Probo e Moni al largo a menar fendenti, con Rania Lest ad imbastire una difficile risalita, gli altri spettatori irretiti dal gran ritmo e Stankovic Ok alla retroguardia, pronto ad entrare in azione.

Al mezzo giro finale, Probo cominciava a risentire dello sforzo, Superbo scappava a gambe levate entrando con buon margine in dirittura, dove Stankovic ci provava al largo di tutti avvicinando il leader ma sbagliando in zona off limit, offrendo così un ricco posto d’onore a Peace Of Mind ed un ormai insperato terzo gradino del podio al coraggioso Probo Op, il tutto in 1.11.6 stesso ragguaglio fatto registrare nell’edizione record del 2015. Premiazione con il sindaco di Bologna, Virginio Merola, gli appassionati proprietari fiorentini della Scuderia Bellosguardo Laura e Cesare Meli, il presidente di HippoGroup Cesenate Tomaso Grassi, il direttore di zona Sisal Matchpoint Stefano Sensini.

Nel pomeriggio iniziato sotto un cielo a tratti coperto da nuvole molto minacciose, baldi giovani di tre anni hanno aperto le danze: bell’esordio sulla pista per Uftedmar, marchiano di scuola dai natali emiliani, che Paolo Speziali ha proiettato in avanti rendendone intangibile la sagoma ai pur validi Ubraye e Unik, giunti comunque a distacco dal vincitore accreditato del ragguaglio di 1.14.2, poi, errori in sequenza e solo due cavalli al traguardo Tornado Del Vento e Tilly dei Mag, unici superstiti di un miglio che aveva in Top Gun America il netto favorito, mentre alla terza, tutto da copione per la plebiscitaria scelta del betting, Uel Ama, proposta di Enrico Bellei che ha tenuto a debita distanza Ulrike Grif e Ultralight portando il proprio limite cronometrico a 1.15.4. Turno per gentleman alla quarta corsa e netto successo ottenuto alla maniera forte da parte di Osiride Ron, provetto specialista dello schema ad handicap e assai affiatato con Michela Rossi, il tutto in un siderale 1.14.3 ottenuto sulla media distanza e davanti al coraggioso Rambo di Cesato e alla sorpresa Segesta Egral.

In una giornata all’insegna della sorpresa non ha fatto eccezione la quinta corsa, un interessante miglio per quattro anni dal sapore internazionale che ha perso lungo i due giri di pista dapprima Top Model Ok, poi,Thor Lux e all’epilogo Tisserand Bi, con il favorito Tantalio a segno in 1.13.2 sotto l’egida tattica di Enrico Bellei davanti all’unica superstite Student Of life, stante la squalifica di Mambo Blue Chip, secondo sul palo ma reo di una scorrettezza ai danni di Top Model Ok nelle fasi concitate della partenza. Alla sesta, cronometri bollenti per siglare il ritorno alla vittoria della velocista Onoria, allieva di Andrea Farolfi subito leader dopo breve scaramuccia con Phantom e vincitrice in 1.11.8 sullo stesso e sulla rivelazione Oscar Benal, per chiudere con il favorito Pitango Jet, vincitore su Ravaneo Spritz e Naxos nell’handicap che ha riportato al successo, il terzo di giornata, Enrico Bellei dopo la delusione patita con Stankovic Ok nel Gran Premio. Prossimo appuntamento all’Arcoveggio: domenica 5 giugno.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.