Log in

Una domenica da leoni negli ippodromi italiani

  • Scritto da Redazione

La domenica dell'ippica porta 10mila spettatori all'ippodromo di San Siro mentre a Merano c'è la tripletta del jockey Joe Bartos.


La seconda domenica di giugno è stata all'insegna della grande ippica nell'impianto di San Siro (Milano) e al Maia di Merano, con tanto pubblico accorso per vedere le corse e partecipare agli eventi collaterali pensati dagli organizzatori. In terra lombarda, oltre 70 bancarelle di artigiani ed espositori, il raduno del Fiat 500 Club Italia e il Premio Vittorio Crespi, listed race per giovani femmine di due anni, vinto da Mujadil Lachy della scuderia Blueberry. L'ippodromo altoatesino invece ha visto il poker dell'allenatore Paolo Favero, leader dell’ostacolismo italiano.


A MILANO – L’ippodromo del galoppo di San Siro, a Milano, ha ospitato domenica una splendida giornata di corse e di eventi: oltre 10.500 persone hanno potuto ammirare i purosangue, impegnati tra l’altro nei tradizionali Premi Bimbi e Vittorio Crespi, e in più hanno potuto visitare le oltre 70 bancarelle che hanno dato vita a Wunder Mrtk, kermesse che per la prima volta è stata ospitata all’aperto, nel parco botanico di San Siro. In mattinata si è svolto anche un raduno di vetture Fiat 500, organizzato dal Fiat 500 Club Italia: più di 60 vetture si sono ritrovate intorno alla grande statua del Cavallo di Leonardo, per poi lasciare spazio alle bancarelle di Wunder Mrkt. Spettacolo anche in pista: domenica si correvano in particolare i premi Bimbi e Vittorio Crespi, entrambi per velocisti rispettivamente sui 1.200 e 1.400 metri. Nel primo ha vinto Blu Marshall, scuderia Incolinx, con in sella Dario Vargiu, fantino che proprio ieri a San Siro ha vinto la 2.500ma corsa in carriera (nella stessa giornata il Premio Macchi ha visto un solo vincitore per la scommessa Quarté, ha incassato 14.000 euro).

 

IL PREMIO CRESPI - Nel Premio Vittorio Crespi, listed race per giovani femmine di due anni, il primo posto è stato conquistato da Mujadil Lachy della scuderia Blueberry, con il fantino Carlo Fiocchi. Il Premio Crespi, molto seguito dagli appassionati di ippica, permette alle più promettenti giovani femmine di una generazione di 'mettersi in mostra' davanti ad allevatori e proprietari, che iniziano a valutare le migliori puledre in attesa dell’autunno e soprattutto delle decisive corse del prossimo anno. In premiazione l’on. Maria Stella Gelmini, già ministro dell’Istruzione nel governo Berlusconi III. La giornata di corse si è chiusa con la finale del San Siro Classic, corsa handicap a invito valida come Tris, Quarté e Quinté: vittoria di Dream Hall, montato da Mario Esposito, davanti a Tintischnell e Ocean Wave. Il premio è stato consegnato da Marco Bestetti, neo eletto presidente del Municipio 7 di Milano.
 
 
A MERANO - Paolo Favero, l’allenatore leader dell’ostacolismo italiano, riscatta un inizio della stagione di Maia sotto i suoi standard con un poker di vittorie. Tutte sue, infatti, le prove del pomeriggio ostacolistico meranese. Il successo più prestigioso nel Grande Steeple-Chase di Roma memorial Paolo Meandri (gruppo 3, euro 30.000), grazie al grigio Ara Gold (Favero anche proprietario) magistralmente dosato da un capo all’altro da Dominik Pastuszka tanto da saper rispondere all’attacco del quotato compagno di colori Dar Said nel finale. Caduto Arman sull’oxer nelle prime battute del tragitto, terzo a sorpresa Cherwick su Hurricane Mix. Nelle altre tre il training Favero è stato abbinato all’interpretazione di Joe Bartos. In due casi, vestendo la giubba D’Altemps: in apertura di giornata (Premio Avelengo) facendo valere la classe di Astro Benigno, e all’ultima nel Premio Karma Owners and Fan Club su Relco Sud Ovest (ora candidato forte al Vanoni) che, nonostante la sbavatura al Verticale, è stato in grado di rimontare Sbarazzino e Roman. Nel mezzo, l’affermazione con Company of Ring nello steeple di prima fascia, davanti a Alcydon Fan. Respinti dai salti gli alti più attesi, Khalshani e Stellato). Nelle corse in piano per G.r. e amazzoni, successi per Passer Fritz con Evelyn Pöhl, Claudia Wendel su Rockandroll Boy e Paolo Urru in sella a Zumbinator. Prossima giornata di corse domenica 19 giugno con il Criterium di Primavera (siepi per 4 anni, gruppo 2, euro 44.000).
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.