Log in

Corse clandestine di cavalli: undici interventi delle forze dell'ordine

  • Scritto da Redazione

Pugno duro contro le corse clandestine di cavalli: nel Rapporto Zoomafia 2016 tutti i numeri delle operazioni effettuate.

"Occorrerebbe intensificare l’analisi e il contrasto a tutte le forme di maltrattamento organizzato di animali, come ad esempio i combattimenti tra animali e le corse clandestine di cavalli, per individuare e reprimere in primis proprio il loro profilo organizzato e programmato, poiché si tratta di forme di maltrattamento intrinsecamente consociative che trovano la loro consumazione solo sotto forma di evento pianificato e strutturato”.

E' quanto si legge nel nuovo 'Rapporto Zoomafia', che come ogni anno fa luce su crimini nascosti, spesso sistematici e seriali, che mietono migliaia di vittime animali.

Il Rapporto Zoomafia 2016 'Crimini organizzati contro gli animali', redatto da Ciro Troiano, criminologo e responsabile dell’Osservatorio Zoomafia della Lav, è alla sua diciassettesima edizione e analizza lo sfruttamento criminale di animali avvenuto nel 2015.

I numeri relativi alle corse clandestine e alle illegalità nell’ippica parlano da soli: 11 interventi delle forze dell’ordine, 2 corse clandestine bloccate, 13 persone denunciate, 9 persone arrestate, 15 cavalli sequestrati solo nel 2015. In 18 anni, da quando abbiamo iniziato a raccogliere i dati per il Rapporto Zoomafia, ovvero dal 1998 al 2015 compreso, sono state denunciate 3366 persone, 1253 cavalli sequestrati e 113 corse e gare clandestine bloccate. Solo nel 2015 sono stati 69 i cavalli che correvano in ippodromi ufficiali risultati positivi a sostanze vietate. Tra le sostanze somministrate ai cavalli anche la Benzoilecgonina (metabolita della cocaina).
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.