Log in

Ippica, pronostici rispettati nelle corse del weekend

  • Scritto da Redazione

Il weekend dell'ippica a Merano e Cesena non delude le attese: Nabucco vince il Cima Muta, a Urgania va il Gp Calzolari.

Prosegue l'estate delle corse negli ippodromi di Merano e Cesena. Nell'impianto romagnolo il Gran premio Augusto Calzolari è appannaggio di Urgania, sulla pista altoatesina domenica nel segno di Nabucco.


IL GP AUGUSTO CALZOLARI -A Cesena i tre anni sono scesi in pista sabato 30 luglio per il sentito appuntamento con il Gran Premio Augusto Calzolari – Trofeo Confindustria Forlì - Cesena, che dal 2007 ospita al Savio i migliori esponenti della generazione rappresentando un valido trampolino di lancio verso le fondamentali tappe classiche riservate agli aspiranti al Nastro Azzurro. In nove al via, i protagonisti dell’edizione 2016 avevano in Upupa Rl una favorita dalle legittime chance, mentre Urgania e Ultras Grif si disputavano il ruolo di alternative. Partenza caotica sfociata nell’errore di Ultras Grif, Upupa RL leader incontrastata e alla sue spalle Uvex Breed e Una Scheggia Mail, con Urgania subito al largo ed Ulberto alla finestra. Al mezzo giro finale, Urgania andava a pressare la leader cogliendone le evidenti defaillance e passava con irrisoria facilità per vincere in 1.14.8 su Una Scheggia Mail e Ulberto, regalando ad Alessandro Gocciadoro il double dopo il lontano successo ottenuto con Little Games nel 2008.


LE ALTRE CORSE - Apertura con i sei partecipanti ridotti a cinque per il ritiro di Thelma Trio e la vittoria in extremis ad arridere a Thor Gual, allievo di Holger Ehlert che Andrea Farolfi ha accompagnato ad un risicato successo sulla compagna di training Talita’s Cage, guidata da Roberto Vecchione e battistrada sin dalle prime battute di gara; 1.14.8 il ragguaglio con Taormina Mail a completare il podio. Alla seconda, gentleman e tre anni in vetrina e successo per Udini Gar e Cristoforo Chianese in 1.15.7, su Ulrica Dei Daltri e Ugo Champ Sm. Alla terza, meritata vittoria per un raggiante Giorgio Cassani e She’s A Woman sulla favorita Sky Girl, mentre Sigla Di Azzurra ha conquistato un meritato terzo posto. Tutto secondo copione alla quarta, Piro Piro Jet leader sin dal via e facile assunto per il maturo allievo di Giuseppe Porzio Jr che in 1.15.6 ha tenuto a bada il forcing finale di Simple Photo, con la sorprendente Roggia Rl al terzo posto, ed alla quinta Satchmo As arrivava al successo su Rugiada Sms e Per Te Bar in un sensazionale 1.11.7, miglior ragguaglio stagionale al Savio. Alla sesta, vittoria per la svedese Optimistic Face e Arnaldo Pollini all’esordio in Italia, vincitori in 1.14.0 su Stoner e sulla vecchia gloria Locomotion Om. In chiusura flop per Travolta Treb e successo per la sorella d’arte Toscarella, consanguinea di Papalla che in 1.14.1 e per la regia di Marco Volpato ha battuto Tropicana e Tilde Mati.

 
NABUCCO A MERANO - Era il più atteso della giornata e non ha tradito le attese: nel Premio Cima Muta, prova di centro della domenica meranese, Nabucco (Ivan Rossi in sella, allenatore Ralf Rohne, colori Stall Krapagueza) ha dominato facendo un sol boccone del resto della compagnia: secondo e terzo a dieci lunghezze Mossiere e Sankir.Due le prove in ostacoli nel pomeriggio di Maia: The Plough (Joe Bartos alle redini, Favero proprietario e allenatore) è emerso con autorevolezza nel Premio Sharstar, candidandosi a protagonista della maggiori prove per i 3 anni, mentre Strike per il training di Josef Vana Sr e l’interpretazione del figlio Josef Jr ha fatto suo il Premio Val Senales. Prossima giornata di corse domenica 7 agosto.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.