Log in

I risultati del week end negli ippodromi di Cesena e Merano

  • Scritto da Redazione

Negli ippodromi di Cesena e Merano week end di vittorie per i driver Marco Stefani e Raffaele Romano.


Sabato di fine estate - il 27 - al Savio di Cesena con la finale del Trofeo Senza Frusta, iniziativa che da sabato 25 giugno per otto appassionanti manche, ha visto i driver scendere in campo con i propri allievi senza l’ausilio del frustino, strumento sino ad ora considerato fondamentale per la gestione agonistica di un trottatore e che da ora, piano piano troverà un impiego inferiore.


La corsa, settima della serata programmata sulla media distanza e con partenza ai nastri, ha registrato il successo dopo un confuso andamento tattico, di Sing Sing Gk e Marco Stefani sfuggiti sulla curva finale al controllo di Rob Mabel e Sing Hallelujah, mentre Orfeo Jet è naufragato alla distanza unitamente ad una labile Padania Zeta comunque quarta dopo percorso al largo. Prima corsa con i cadetti ed un netto favorito in Twiggy Laksmy, allieva di Massimo Trevellin che Roberto Vecchione improvvisava dopo quasi un anno subendone però la serata negativa che la vedeva inspiegabilmente soccombere a palo lontano alla maggior freschezza atletica di Tiffany Effe, magistralmente guidata da Maurizio Cheli che in 1.15.4 precedeva un ritrovato The Crack Lf e il diligente compagno di training Tornado Del Vento.

 

FLOP PER IL FAVORITO - Alla seconda, con i gentlemen in sediolo ai tre anni, ancora flop per il favorito che nel frangente vestiva i panni di Ultimate Moon, di galoppo sulla piegata finale quando conduceva apparentemente senza problemi, per il disappunto di Filippo Monti e la gioia di Michele Canali, interprete di Ursula Trio che in un normale 1.17.0 teneva a debita distanza il trascurato Una Tantum Gv e Unasorpesa Gso.
 
 
IL SUCCESSO DI UP EFFE - Ancora la leva 2013 in pista alla terza con sei validi esponenti impegnati sulla selettiva distanza del doppio chilometro, vittoria dopo imparabile scatto nelle fasi conclusive di Up Effe, finalmente convincente nelle mani del suo mentore Giorgio Cassani e preminente nei confronti di Unica Gso e Us And Them in 1.16.7. Alla quarta, ancora un allievo di Battista Congiu in bella vista, quel Tequila Gk che si è esibito in un brillante vittoria al ragguaglio di 1.14.6 davanti a Tiger Allez e a The King Ovi, labile leader e terzo per mancanza di avversari penalizzati da errori. Alla quinta, riscatto per Robi Vecchione con Road dei Sogni, allieva di Lamberto Barbieri dominatrice in 1.15.1 sulla favorita Record Roc e su Stella Trio. Vecchione uber alles anche alla sesta con il ritrovato Sirio Trio, vincitore in 1.16.1 sul compagno di allevamento Michel Trio e su Plitvice D’aghi; mentre in chiusura allievi e tre anni con Ultrasonic Font e Di Maio a segno in 1.17.4 su Ugooo e Uanita Muttley.
 
 A MERANO IL PALIO DEL BRUGRAVIATO - All'ippodromo Maia di Merano la settima giornata della riunione estate-autunno 2016, domenica 28 agosto, ha visto una nuova edizione del Palio del Burgraviato, sfida fra Comuni abbinati alle corse dei cavalli. A vincerla è stato il Comune di Lana (Bz) che si è aggiudicata la Gara delle botti, divertente novità della quarta edizione. L’ultimo dei cinque staffettisti è riuscito a salvare il vantaggio sulla rimonta di Tesimo, formazione composta da ospiti del centro profughi. Podio completato, al terzo posto, da Merano. Lana era scattata dal secondo posto della griglia di partenza, determinata dai piazzamenti dei cavalli abbinati ai Comuni in due corse degli Haflinger e in altrettante dei Purosangue. Il tutto in una giornata di festa, andata in scena in una cornice di pubblico numeroso, di musica, gastronomia e intrattenimenti.
 
 
DOMINATO LA SPUNTA NEL RICHARD - Il lato tecnico del pomeriggio ha esaltato la splendida crescita di Dominato. Nel Premio Piero e Franco Richard, steeple di gruppo 3 per quattro e cinque anni novices, il portacolori di Kurt Fekonja, allenato e magistralmente interpretato da Raffaele Romano, ha condotto la corsa di testa salutando la compagnia al verticale dove ha scavato un vuoto che Sbarazzino e Triple Pursuit non sono stati in grado di rimarginare.  Altri successi in giornata per Kolt Tango, Max and Ruby, Rockandroll Boy, Carioca Black e Victory Song. Nell’Haflinger Trophy si è affermata Ozone.
Prossimo pomeriggio di corse domenica 3 settembre con due prove di gruppo: il Premio Assi (prove generali in vista del 77° Gran Premio Merano Alto Adige) e il Premio Tagliabue per i saltatori di 3 anni.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.