Log in

Toscana Endurance Lifestyle: il podio si tinge di rosa

  • Scritto da Gt

Vittorie al femminile e tricolori al Toscana Endurance Lifestyle 2016 tenutosi domenica 11 settembre a San Rossore.

Il Campionato italiano under 14 si tinge di rosa. Tutte amazzoni sui gradini più alti delle gare in programma domenica 11 settembre a San Rossore, nell’ambito del quarto round di Toscana Endurance Lifestyle 2016. Ben 56 i giovani che si sono confrontati lungo il percorso nella Tenuta, con arrivo e partenza all’ippodromo e prestazioni di buon livello, a dimostrazione che l’endurance italiano ha più di un motivo per essere ottimista.

 

La gara sulla distanza maggiore, 82 chilometri, ha incoronato campionessa italiana Martina Alaimo in sella a Royal Rikel Ka, davanti a Leonardo Carro-Cg Calif e Caterina Borsi-Glorhiosa. Medaglia d’oro al collo, sul podio tricolore della gara sui 59 chilometri, per Ilaria Di Mitri e Alish Kashmir, che hanno preceduto Linda Pilla-Rundinedda del Golfo e Antony Verna-Anuar by Anexia. La prova sui 28 chilometri è stata vinta invece da Greta de Carolis con Wezamin, nuova campionessa italiana, che ha avuto la meglio su Sara Carlesso-Eucalipto Bosana e Sofia Cosimi-Jura del Vallone.

La domenica tricolore è stata preceduta il sabato dalle gare delle quattro categorie internazionali, che hanno visto la vittoria nella prova più importante, quella sui 160 chilometri, della vicecampionessa italiana Carolina Tavassoli Asli, che in sella a Tara du Barthas ha impostato e gestito con grande concentrazione una gara di testa alla quale nessuno degli avversari ha saputo replicare.
 
Nella prova sugli 81 km la vittoria è andata alla polacca Kamila Smik in sella a Maradonna, che dal quinto posto del primo giro è risalita gradualmente fino a presentarsi in solitario sulla retta d’arrivo dell’ippodromo; alle sue spalle Andrea Giancaterino su Eqvirius e terzo Gianmarco Rossi su Principessa.
 
Vittoria straniera anche nella CEI2* 120 km, con il successo che è andato al francese Justin Mourou su Chamie de Mussy, sempre in testa sin dal primo cancello veterinario, che sul traguardo hanno avuto la meglio su Luca Do in sella a Silmar e Jacopo Grazzini su Fooresth.
 
La prova sui 120 chilometri riservata a junior e young riders ha visto invece salire sul gradino più alto del podio la slovena Karin Kranjc, che non ha mai mollato la prima posizione e che all’arrivo ha preceduto Costanza Laliscia su Regina Deinur e Valentina Galli su Lidia de Ureco.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.