Log in

Maia, è di scena il Meeting 77° Gran Premio Merano Alto Adige

  • Scritto da Redazione

Spettacolare weekend di gare all'Ippodromo Maia di Merano: ecco tutti gli appuntamenti da non perdere.

Il weekend del 77° Gran Premio Merano Alto Adige s’apre, all'Ippodromo Maia, con una giornata, sabato 24 settembre, dai notevoli contenuti tecnici in una cornice ricca di iniziative.
Sul piano tecnico spicca la Gran Siepi dal campo sintetico ma dal pronostico incerto con un paio di stranieri a cercare di portare oltre confine l’alloro. Impronta internazionale anche nel Premio delle Nazioni-Crystal Cup, il cross di 6.000 metri abbinato al circuito europeo di ippodromi al quale Maia appartiene.

62ª Gran Corsa Siepi di Merano – Gruppo 1 – euro 64.000 – metri 4.000
Sette i pretendenti alla massima prova sulle siepi della stagione meranese, quattro di scuderie italiane, due di giubba ceca e una chance tedesca.
Il primo motivo è quello di una delle sfida più appassionanti degli ultimi anni che mette uno di fronte all’altro Sol Invictus e Chiaromonte. Il Sol pare non tramontare mai, più invecchia e più tira fuori il suo coraggio leonino: quest’anno il fuoriclasse della scuderia Magog che Favero affida alle mani sicure di Bartos ha autografato la Gran Siepi d’Italia nonché la prova di preparazione a questo appuntamento, incrementando ulteriormente un bottino che ammonta a ben oltre i 300 mila euro in carriera. Chiaromonte, pupillo di Cristian Ghiotti, ha da parte sua dimostrato di saperlo battere: Reinhardt si gioca una bella chance. Gli altri due italiani sono dell’equipe Aichner-Bianco-Brennan: tanto Notti Magiche (Tom Garner) quanto Kazoo (Vana Jr) potrebbero serbare il colpo (grosso) in canna.
Fra gli stranieri il potenziale per mettere d’accordo tutti lo porta in dote il ceco Brog Deas. Fenomenale nell’autunno 2014, quando siglò le Gran Siepi di Merano e Milano sempre battendo Sol Invictus, l’allievo di Holcak è rimasto ai box un anno e mezzo prima di rientrare positivamente in patria questa estate. Ritrovasse lo smalto di due anni fa, sarebbe un bolide sotto la sella di Matusky. E se l’altro portacolori della repubblica Ceca, A Pigalle (Kratochvil), può essere considerato l’outsider della compagnia, discorso diverso va fatto per la tedesca Koffi Lady, la femmina del sodalizio Vovcenko-Chan che a Maia ha già destato ottima impressione.

72° Premio delle Nazioni–Memorial M.Rocca-CRYSTAL CUP - cross - Gruppo 2 – euro 40.000 – metri 6.000
Prova più lunga del panorama ippico italiano, sei chilometri e 34 ostacoli, il Nazioni è abbinato alla Crystal Cup, il circuito europeo che – inaugurato nel 2010 - raggruppa undici ippodromi fra i quali Maia è l’unico in Italia.
Torna il francese Martalin, vincitore della passata edizione dopo una volata entusiasmante. In sella ritrova Cisel che lo accompagnò in quel trionfo. Martalin porta le insegne della Ecurie des Dunes e dell’allenatore Patrice Quinton (capoclassifica della Crystal Cup), e con il compagno di scuderia Gallo’s Star forma una coppia insidiosa. Ne misurerà le forze l’astro nascente del cross, Allycat di Favero, accompagnato da Mighty Mambo (iscritto tuttavia anche al Gran premio Merano Alto Adige, ma orientato al Nazioni). Triangle d’Or di Satalia ha classe da vendere ma porta sul groppone l’inattività da primavera. In tre giungono dalla repubblica Ceca: Arman e Nils guerrieri dalle mille battaglie che potrebbero ancora stupire, assieme a Cherwick in veste di sorpresa.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.