Log in

La Maura, via alla stagione del grande trotto

  • Scritto da Redazione

Il Gran Premio Encat di domenica 15 gennaio è il primo appuntamento di rilievo del 2017: tra i favoriti Sharon Gar e Pioneer Gar.

 

 

Dopo l'antipasto dell'Epifania, l'Ippodromo Snai La Maura si apre domenica 15 gennaio alla prima grande giornata di trotto del 2017. In programma il Gran Premio Encat di Gruppo 3 e altre sei corse di ottimo livello. Tre di queste, i Premi Mercks Ok, Classico Merett e Lisa America, potrebbero dare indicazioni utili ai fini di possibili partecipazioni dei trottatori all’ultima settimana del meeting d’hiver a Vincennes, in Francia.

Adrenalina garantita, ma non solo: come d'abitudine, il Gruppo Snai ha costruito attorno all'evento un contesto pensato per le famiglie. A bordo pista saranno offerte crêpes alla marmellata e alla Nutella, i bambini potranno usufruire di uno spazio a loro dedicato e impegnarsi in un laboratorio creativo, assistiti da una popolarissima mascotte di ispirazione cinematografica.
La loro attenzione sarà catturata poi da uno spettacolo di magia. I grandi, invece, potranno vivere in prima persona l'emozione ippica, prenotando un giro di pista a bordo di un vero sulky.
L'ingresso all'ippodromo Snai, a partire dalle ore 12.00, sarà gratuito per tutti. L'inizio delle corse è fissato per le 13.45, con copertura televisiva assicurata dal canale 220 di Sky e in streaming dal sito www.snai.it. I colori della giornata (ogni evento ippico che si rispetti ha i suoi) sono il bianco e il nero. Le premiazioni si svolgeranno alla presenza del picchetto d'onore della Polizia locale di Milano.
Il Gran Premio Encat è uno degli appuntamenti più antichi per il trotto milanese: la prima
edizione risale agli anni Trenta e la sua denominazione si richiama all’Ente nazionale corse al trotto che, prima di essere assorbito all’interno dell’Unire e poi del Ministero per le Politiche agricole e forestali, gestiva tutte le corse al trotto in Italia.
La corsa si disputa sulla distanza di 2.250 metri ed è riservata ai cavalli indigeni di cinque anni e oltre. Per l’edizione 2017 il nome più interessante sembra essere Sharon Gar, figlia di Varenne in arrivo dal Gala Internazionale del Trotto di Roma dove ha raccolto un ottimo terzo posto. Il numero di partenza è il 3 e Gaetano Di Nardo, driver di Sharon Gar, potrà sfruttarlo per guadagnare un’ottima posizione subito dopo la chiusura delle ali dell’autostart. La quota Snai è 2,50.

Nella posizione più interna dello schieramento, invece, il sette anni Radio Wise: la 'pole position' dietro l’autostart potrebbe agevolare questo trottatore, affidato a Roberto Andreghetti, anche se di solito preferisce distanze più brevi. Pioneer Gar, baio di otto anni, altro figlio di Varenne e affidato alle redini di Pippo Gubellini, metterà in pista la sua lunga esperienza sulle piste francesi, intervallata nello scorso anno dalla partecipazione al Gran Premio Lotterie, dove si è dovuto però accontentare del primo posto nella corsa di 'consolazione'. La quota è 5,00 sia per Radio Wise che per Pioneer Gar.Molto interesse per il rientro in pista di Probo Op, fermo dallo scorso 9 luglio dopo il Gran Premio Grassi di Cesena: una scelta operata dal suo team per far riposare il cavallo dopo una serie di prove non del tutto convincenti. Il trottatore ha otto anni ma lo scorso maggio ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 1.10.9 al chilometro. Da allora ha compiuto un lungo training in località marittima, se si ripresenta con un buono stato di forma può lasciare il segno. La sua quota è 9,00.Il numero 2 è stato assegnato a Showmar, con Andrea Guzzinati in sulky: è un fondista di razza e la distanza della corsa è tra quelle che gradisce di più. Si è messo in luce prima a La Maura, con il secondo posto nella Coppa di Milano dello scorso novembre, poi con un terzo posto nella selezione per il Palio dei Proprietari di Torino. Domenica dovrà far dimenticare l’opaca prova di Vincennes del 23 dicembre (quota 21).Altri soggetti da seguire sono Seattle Bi, quarta nel Gp Turilli di Gruppo 1 (quota 9,00) e Totoo Del Ronco che a Milano ha messo a segno alcune delle sue migliori prestazioni come il secondo posto nel Gp d’Europa (quota 13). Non va dimenticato Tano Fohle Sm, guidato da Roberto Vecchione (vincitore dell’edizione 2016 con Pacha Dei Greppi): è un baio di cinque anni che in carriera ha messo a segno 15 vittorie in 22 corse, senza mettersi in evidenza nelle in corse di Gruppo. La posizione di partenza non è delle migliori, in seconda fila con il numero 10, è un’incognita che va tenuta in considerazione nonostante la quota un po’ alta, 26.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.