Log in

Ippica, domenica di corse e agonismo a Pisa e Bologna

  • Scritto da Redazione

Le corse ippiche che domenica 26 marzo saranno protagoniste negli ippodromi di Pisa e di Bologna.

Ultima domenica del mese, il 26 marzo, e ancora grande ippica e tanto sano agonismo per salutare l'arrivo della primavera.

SAN ROSSORE - La 23^ giornata di corse della stagione 2017 dell'ippodromo pisano di San Rossore inizia domenica 26 marzo alle ore 15.00 con sei corse in programma. Tornano i Purosangue Arabo con due prove a loro dedicate. Il premio Domus de Janas, condizionate per i 4 anni e oltre sui 1.900 metri, si affrontano i migliori cavalli italiani capeggiati da Lares de Pine, rientrato a Pisa di recente con un terzo posto, e Tornado Byzucchele, reduce da due strepitose vittorie in dicembre a Villacidro e oggi al rientro stagionale. A misurare i due Fedayn, vincitore a San Rossore a inizio mese, Monnalisa e Tintu di Gallura. Da non sottovalutare i due ospiti svizzeri Nil Aziz, reduce da vittoria sul lago ghiacciato di St Moritz, e NIl Alamoon, piazzata in settembre in Listed Race ad Avenches. Il premio Nuraghe è per i PSA di 3 anni sui 1.500 metri. È atteso il debutto di Vento di Gallura che affronta Vanitosa By Nina (seconda al debutto a Pisa) e Vulcanobybonorvesu (terzo al debutto a Chilivani). Il premio Associazione Grazia Deledda, handicap per i 4 anni e oltre sui 2.000 metri. Accino e Space Oddity sono misurati da Bacon e Dragalonsa ma la corsa è veramente incerta e aperta anche ad altre soluzioni.

LE CORSE ALL'ARCOVEGGIO - La domenica del trotto bolognese, all'ippodromo di Arcoveggio, è caratterizzata da un programma di alto profilo tecnico, con un intrigante clou riservato a otto cadetti impegnati sulla media distanza, con l’inedita - per alcuni- partenza ai nastri, a confondere ulteriormente la trama tattica della sfida.
Settimo heat di un pomeriggio che aprirà alle 14.55 e vivrà il suo epilogo alle 17.45, il Premio Zucchelli schiera ambiziosi prospetti, emigranti di ritorno e solidi frequentatori dei clou bolognesi, con lo statuario Ultras Grif di nuovo in coppia con il suo mentore Andrea Vitagliano dopo una breve digressione con Andrea Farolfi, pronto a confermare forma al diapason contro Ucci Ucci Play, carta di peso per “Speedy” Velotti, globe trotter campano di stanza in terra toscana, e soprattutto contro Unicum Bi, rosso-verde dalla regale genealogia che, dopo una brillante quanto sfortunata carriera a stelle e strisce, torna nella natia Mirano per riprendere il cammino verso le zone alte della generazione 2013.
Tre anni in schema scarno ma di eccellente qualità, aprono la suite domenicale per un miglio dalle intriganti partecipazioni, su tutte Voodoo Grif, alla quarta uscita con il team Gocciadoro e assai chiacchierato in ottica vittoria, senza peraltro trascurare l’ospite toscana Vania del Ronco, che si avvarrà della brillante partnership con il capolista regionale Andrea Farolfi e il targato Bi di Mauro Biasuzzi, Van Dick, outsider di lusso, l’altro inviato dalla terra dei Medici, Vento Dell’Est.
Poi gentleman e cadetti con il pronostico in bilico tra Ugo Risaia Trgf, guidato dal calciatore Thomas Manfredini, Unionmar, atout di Matteo Zaccherini e Uragano Spritz, sfortunato giovedì in allievi ed oggi guidato dall’esperta e capace Michela Rossi.
Si torna in compagnia della leva 2014 con l’arrivo della terza corsa, un miglio dalla difficile lettura tattica che vede Violet And Glory e Gocciadoro costretti ad avviarsi dallo scomodo sei e il debuttante Very Nice Gso, il fratello dei celebri Marielles e Platone Gso, scendere nell’agone con l’onnipresente Farolfi in cabina di regia, mentre incuriosiscono le novità, per la piazza, Vasosky e Vienna Grif, con i cugini Cintura e Porzio in sediolo.
Alla quarta, generosi routinier in pista e probabile match tra la coppia  palermitana Replica Rl/Cesare Ferranti e i felsinei doc, Reginaldo e Maurizio Cheli , terza forza la composita formazione Stella di Stelle/Virzì.
Quinta del palinsesto, ecco una sfida sulla breve distanza dalle concrete aspettative in ottica spettacolo, undici i contendenti e riflettori sul rientro agonistico dell’ardente Tarantella Ferm, velocista di Alessandro Raspante dal forte carattere che si isserà all’avanguardia diventando preda difficile da stanare per l’ottimo allievo di Vitagliano, Rivelino, la sontuosa portacolori di Mauro Biasuzzi, Scarlet Bi ed il bisbetico ma dotato Ronaldinho Tres, oggi in versione Maurizio Cheli,
A seguire, tornano i gentlemen e sotto i riflettori va un altro soggetto in training ad Alessandro Raspante, quella Radesnka D’Aghi recentemente a segno in bello stile a Capannelle ed oggi in grado di replicare, sempre con Massimo De Luca ai comandi e avversari permettendo, tra tutti, Rum e Coca Day, pedina di valore per Zaccherini e Saetta Dei Venti, affidata al leader nazionale Filippo Monti.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.