Log in

Il Gran Premio Italia di trotto dedicato a Dalì Experience

  • Scritto da Redazione

Il Gran Premio Italia è quest'anno dedicato a Dalì Experience, la prestigiosa mostra in corso a Palazzo Belloni fino al 7 maggio.

Domenica 9 aprile all'Ippodromo Arcoveggio di Bologna si terrà il primo big event della stagione, il Gran Premio Italia, quest'anno dedicato a Dalì Experience, la prestigiosa mostra in corso a Palazzo Belloni fino al 7 maggio.

L'incontro con l'artista nell'insolito ambiente ippico, affollato di cavalli in carne ed ossa, rappresenterà un'esperienza del tutto nuova.

Dalle ore 15:00 alle 18:00, durante il pomeriggio di corse, sarà possibile visualizzare alcune opere di Salvador Dalì in "Realtà Aumentata", sulla tribuna, sulla torretta della giuria ed in altre postazioni davvero originali e stranianti, nello scenario dell'ippodromo bolognese, con l'apposita App Dalì Ar Experience, scaricabile dal link www.daliexperience.it/ar: una volta inquadrate con lo smartphone, stupiranno tutti i presenti.

Organizzato dalla sezione didattica del Ca' la Ghironda - ModernArtMuseum, coordinata dalla pedagogista Flavia Olivieri, si terrà un laboratorio artistico-espressivo di pittura"I colori della velocità", un appuntamento speciale per le famiglie, nell'ambito del Programma "fra arte e natura", trasferito all'ippodromo per l'occasione.

Ciascun bambino potrà dar forma alla sua creazione artistica, sperimentando la  pittura en plein air, ispirandosi all'opera dal titolo "Une de Mai" (Litografia a colori su carta) che Dalì realizzò nel 1972 in onore della famosa giumenta "nata in maggio", amata campionessa francese di trotto. La cavalla, vera icona di velocità, leggerezza e grazia, con le sue forme eleganti colpì a tal punto Dalì, che l'artista ne abbellì la foto in bianco e nero con farfalle in volo e colorati drappi svolazzanti, inserendola in uno dei suoi ambienti prospettici.

Dalì ha spesso raffigurato cavalli, da soli o con stilizzati cavalieri, realizzando anche sculture che al cavallo aggiungevano alcuni suoi tipici temi simbolici, come l'orologio liquefatto.
Questa però è la sola opera celebre che ritrae un cavallo trottatore, col caratteristico passo da trotto ed il suo guidatore, Jean René Gougeon. Une de Mai vinse anche nell'ippodromo bolognese, il Gran Premio Continentale del 1968.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.