Logo

All’Ippodromo Snai San Siro, Nelly Darrier a sorpresa nello steeple

All'ippodromo Snai San Siro Rossese torna a vincere e Dorkhel dà spettacolo. 

All’Ippodromo Snai San Siro convegno del mercoledì molto interessante con un misto piano ed ostacoli. Occhi puntati sulla terza prova in programma, Premio Miocamen che ha visto gli specialisti dello steeple in una condizionata sui 3600 che fungeva da test di preparazione per il Premio Lainate. A sorpresa, ma con merito, si è imposta Nelly Darrier, in allenamento a Ilenia Nero e con Davide Columbu in sella. Spettacolare nei salti, la portacolori della gloriosa Dormello Olgiata si è mantenuta sin dal via sui primi, ha rotto gli indugi sulla diagonale breve lanciando la volata lunga e nel tratto finale ha spaziato, complice anche l’incidente occorso a Hurricane Mix, che è stato l’unico in grado di tenerne il passo ma ha poi fermato dopo l’ultimo salto. A intervallo è così emerso al secondo posto Star Maker davanti a Sbarazzino: poco brillante e in difficoltà già a traguardo lontano l’atteso Relco Sud Ovest.

 

Prima di questa prova apertura con il Premio North Bay, una “vendere” per cavalli di 4 anni e oltre sui 3200 metri del percorso in siepi. Iniziato in maniera a dir poco beffarda per il team Vana, prima con la caduta al penultimo ostacolo di Sareerah che stava emergendo in terza posizione, poi, ancor più clamorosa, quella del rientrante Le Cirque sull’ultimo ostacolo, quando era in vantaggio e si preparava a rispondere al tentativo di rimonta di Scocosita. La generosa allieva di Simone Pugnotti, con Dominik Pastuszka, si è ritrovata in testa ed è andata a siglare la terza vittoria della carriera nella specialità (la prima sulla pista a San Siro). Più indietro Crystal Tango è emersa al secondo posto su Desperados.
Nella seconda prova, Premio Del Prato, tre anni impegnati sui 3200 metri del percorso in siepi, tradizionale preparativo in vista del Premio Giulio Berlingieri. La scuderia di Lydia Olysova ha monopolizzato la prova piazzando l’en plein grazie a Vermithor e Lemien. Il primo ha agito in pressing ai lati della battistrada Deda Queen nella seconda parte di gare, il secondo ha provato il contropiede all’ingresso in retta ma è stato rimontato dall’alleato, con in sella Jiri Kousek che in foto l’ha spuntata, e tutto sommato meritatamente. Deda Quen è calata nel tratto finale ed è stata superata da Blarney Castle e Aunt Sampa, emersi alle piazze.
Alla quarta corsa un bel ritorno ad alti livelli. Infatti, dando seguito ad un paio di prove che lo segnalavano in chiara ripresa, Rossese ha ritrovato la vittoria nella terza eliminatoria della NBF Lanes Classic, sui 2200 metri della pista circolare. Con Dario Vargiu in sella, il cavallo allenato da Sergio Dettori si è limitato a scortare la battistrada Mikamine fino ai 400 finali per poi allungare deciso e salutare la compagnia. Fides Et Ratio nonostante la scarsa andatura ha saputo rimontare e battere negli ultimi metri Mikamine: quarto posto per Amelin, mentre Cima Evolution è calato ai 300 finali.

Nella “reclamare” sui 1400 metri in pista media per puledri di due anni per il Premio Fairyhouse, si è tolto la qualifica di maiden Red Velvet: il portacolori della scuderia New Age, per il training di Alduino Botti e con in sella Dario Vargiu (alla seconda vittoria del pomeriggio) ha pedinato lungo il percorso il battistrada Sopran Sussurro e dopo testa a testa nei 300 finali è passato chiaramente, pur senza staccare. Interessante anche la prova del puledro della Scuderia Emmepi che ha opposto una valida opposizione e ha conservato il secondo posto. A qualche lunghezza è terminata Rumba Star precedendo Petit Diable.
Penultima corsa della giornata con l’handicap sui 1800 metri in pista media per cavalli di tre anni e oltre per il Premio Peregallo, è andato via a gran ritmo per il pressing costante operato da Turandot sul battistrada Andy Garcia: non potevano chiedere di meglio gli attendisti, e in particolare Alshalaal, che con Ivan Rossi in sella è passato prepotente nei 100 finali. La volata per il secondo posto è stata risolta di misura da Carolwood Drive su Mastersote e Credarola, mentre Andy Garcia è comprensibilmente calato nell’ultimo furlong.
Chiusura di convegno all’Ippodromo Snai San Siro atteso dagli appassionati con il Premio Romeo e Roberto Miracoli, prova valida come TQQ del mercoledì. Si è assistito alla splendida esibizione dell’atteso Dorkhel: con Sergio Dettori in sella, il cavallo di Sergio Dettori oggi è partito senza tentennamenti e all’ultimo furlong ha piazzato una fiondata imparabile per i rivali. Oriental Arrow ha preceduto per il secondo posto Jaggernaut. A completare la cinquina Oakville e Ode To Paris.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.