Log in

Ippodromo Arcoveggio, giovedì con la Tris quartè quintè

  • Scritto da Redazione

All'ippodromo di Arcoveggio progetti di vittoria per la rientrante Tammar Jet nel clou e Tris quartè quintè in chiusura delle corse di giovedì 16 novembre.


Giovedì ad alta velocità in via di Corticella, con gli anziani impegnati in un miglio dall’accattivante starting list nella sesta gara e una Tris quartè quintè in chiusura.
Nel clou spiccano presenze di notevole spessore tecnico, a cominciare dalla grintosa Tammar Jet, cinque anni in giubba canarino di casa Toniatti che, dopo qualche settimana di stop agonistico, ritorna alle gare con il partner di sempre Andrea Farolfi il quale non nasconde mire di vittoria nonostante al post sei si avvii la scattista Onoria e che da Noceto il team Gocciadoro sposti la stimata Scintilla Caf, primaserie giovanile da poco tempo agli ordini della pluripremiata family emiliana.

 

Pare vigere il matriarcato nel clou bolognese, almeno per quanto riguarda le posizioni di vertice, con l’esperto Osiride Grif tra i pochi rappresentante del “sesso forte”in grado di ambire al podio e da preferire allo stacanovista Power Treb, nella consueta versione D’Ambruoso e a Poker Bi, biondo alfiere di Andrea Baveresi dalla forma al top ma in evidente salita di categoria, mentre incuriosisce Uragano Star, l’unico cadetto in gara, sul quale sale il trainer Lorenzo Baldi.
 

Alle 15.30 il primo squillo di un pomeriggio dai numerosi motivi d’interesse, con il prologo riservato agli anziani di lungo corso e ai loro proprietari, gentleman appassionati che si sfideranno a suon di parziali con i più giovani del lotto, Federico Bongiovanni ed il suo cadetto Usted Bi prime scelte del betting su Sax As e Zaccherini, mentre l’ottima collocazione di Sbirulino Grad impone di non sottovalutare le chance della toscana Monica Gradi.
 

Seconda corsa, nastri e doppio chilometro per tre anni con Lorenzo Baldi e Viburno de Buty possibili leader alla giravolta; al loro inseguimento la diligente Vesna D’Aghi, con Giorgio Cassani, e Vive La Vie, inespressa giumenta affidata alle magiche mani di Vp.
Primo successo in carriera nel mirino degli undici partecipanti alla terza corsa, miglio che Edoardo Moni ed il suo Zeno Luis potrebbero vincere al netto degli errori del promettente quanto caratteriale puledro erede di Ideal Luis, autore di eccellente qualifica e assai stimato in scuderia, in alternativa, Zalika, con Alessandro Baldi e Zavone Jet, ennesima proposta pomeridiana del professionale Lorenzo Baldi, mente alla quarta, con il ritorno in scena dei tre anni, ecco Vigor Trio in fuga per cancellare lo zero dalla tabella dei successi e Veronese Matto a ribadire i confortanti progressi palesati di recente con Marco Stefani e Loris Farolfi, partner di peso per i due portacolori emiliani, mentre il talentuoso Andrea Farolfi propone Villacaccia Jet, da qualche tempo lontana dal marcatore ma soggetto di classe e dalle indubbie doti velocistiche.
 

Il pomeriggio offre poi un’eccellente chance agonistica anche alla leva 2013, con Utah As prima scelta sulla corregionale Umana Petral e sulla giramondo Une Passion Play.

Si chiude con la Tris nazionale, ormai tradizionale ed apprezzato handicap delle 18.30, affollata sfida sulla media distanza alla quale hanno aderito 17 binomi divisi in tre nastri per un pronostico aperto da Revolver, ben situato e altrettanto ben guidato da Francesco Virzì, mantenuto in estremo equilibrio da Taca Banda Si, altro ospite del primo nastro proposto da Andrea Bigliardi, nonché dall’inquilina dello schieramento intermedio She’s A Woman con Cassani, e chiuso dagli estremi penalizzati, Shaghy, esperto e probabile movimentatore della contesa per la regia di Antonio "Speedy" Velotti, Urla del Vento, con il bravo D’Ambruoso e Rosalind Leo, oggi in versione Marco Stefani, da seguire in ottica piazzamento.

Appuntamento successivo domenica 19 novembre, inizio ore 14.30.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.