Log in

Il 2017 degli eSports riassunto in 5 punti: record e numeri da capogiro

  • Scritto da Giuseppe Tondelli

Tra record infranti e previsioni e investimenti pazzeschi per il 2018 si chiude un anno magnifico per gli eSports. 

Il 2017 degli eSports, al di là dei dati che volano con previsioni mirabolanti, è stato comunque un anno memorabile e che ha sancito senza dubbio una grande crescita e un aumento esponenziale della visibilità del fenomeno in questione. Esportsinsider ha classificato i 5 punti fondamentali dell'anno che tra poche ore saluteremo per dare il benvenuto al 2018.

1 - Il più grande evento della storia

Intel & ESL hanno accolto 173mila persone a Katowice per il più grande eventi di esports mai organizzato. In due weekend di action in Cs: Go League of Legends e Starcraft 2 è stato composto un prize pool di 650mila dollari. IEM Katowice 2017 ha anche visto aumentare la visibilità online di un ricchissimo 35% rispetto all'anno precedente.

2 - Il più grande montepremi della storia
Un altro record è stato letteralmente frantumato nel 2017 e si tratta del più grande montepremi raccolto in un evento di eSports. Parliamo di Valve che con The International di Dota 2 ha raccolto 24,8 milioni di dollari. Il team Liquid si è portato a casa 10,9 milioni insieme a Aegis of Champions.
Il prize pool era finanziato in buona parte dai players che avevano comprato la "Battle Pass" che fornisce miglioramenti estetici nel gioco.
 
3 - Esports: franchising
Nel 2017 sono esplosi i franchising delle leghe specialmente negli esports nordamericani con NA LCS e l'americana Overwatch League. Riot Games ha rivelato che stava organizzando il primo torneo in Nord America a giugno con slot che avrebbero venduto 10 milioni di dollari di premi. Comunque nel 2018 la strada sarà proprio quella del franchising.
 
4 - Tencent continua a dominare
NOn contento di possedere il gioco con il guadagno più alto al mondo, Tencent ha rivelato un piano quinquennale per creare un mercato da 14,6 miliardi di dollari in Cina. Verranno create nuove leghe, tornei, associazioni che alimenteranno i field di players. Verranno costruiti anche parchi industriali e infrastrutture ad hoc. I presupposti per raggiungere l'obiettivo ci sono tutti visto che nel 2016 il fatturato annuale venne calcolato in 21 miliadi.
 
5 - Esports giochi olimpici?
Certo la ciliegina sulla torta di questo 2018 sembra essere la discussione del Comitato Olimpico Internazionale aperta sulla possibilità di spedire gli eSports alle Olimpiadi del 2024 di Parigi. L'obiettivo è di attrarre le legioni di fan molto giovani. Tuttavia, anche se gli eSports potrebbero essere riconosciuti come sport sono più che altro spettacoli e intrattenimento puro. E molti esponenti credono sia una via più rapida e sicura essere considerati più show che sport. Vedremo.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.