Log in

McDonald’s sarà sponsor ufficiale di ESL in Germania

  • Scritto da Claudio Poggi

Il colosso dei fast food rinforza la sua presenza negli esport, diventato un settore chiave per avvicinare i più giovani.

Dalle Olimpiadi agli esport, il passo è breve. Poco più di sei mesi fa, McDonald’s annunciava l’interruzione della partnership con i Giochi Olimpici; oggi, il gigante della ristorazione veloce ed economica diventa sponsor ufficiale di ESL (Electronic Sports League), una delle compagnie di organizzazione di eventi esport più famose al mondo.
La sponsorizzazione coinvolge McDonald’s Deutchschland, la divisione tedesca del colosso dei fast food, e tre discipline per le quali la ESL organizza un campionato nazionale: Counter-Strike, Global Offensive, League of Legends e FIFA 18. L’accordo partirà dal 29 gennaio, data d’inizio del campionato primaverile di ESL. Per McDonald’s non si tratta certo di una prima volta negli esport, avendo già sponsorizzato i campionati di StarCraft II in Australia.


TUTTI I DETTAGLI DELL’ACCORDO – Oltre a diventare sponsor ufficiale dei campionati ESL per il 2018, McDonald’s promuoverà anche le tre finali live al Gamescom di Colonia (dal 21 al 25 agosto). L’accordo prevede naturalmente che il logo dell’azienda compaia durante le partite settimanali, nel più classico contesto di product placement. Dal canto suo, McDonald’s metterà in palio la McDonald’s Gold Card: secondo i bene informati, sarà una sorta di carta-vitalizio per acquistare i prodotti del brand con un forte sconto – o addirittura gratis?


LA SODDISFAZIONE DI MCDONALD’S – Philip Wacholz, portavoce della catena di fast food, ha così commentato l’accordo con ESL: “Ci permetterà di trovare modi completamente nuovi per interagire con il nostro target”. Un target che le varie sponsorizzazioni degli Europei e dei Mondiali di calcio sicuramente non permetteva di raggiungere in maniera così mirata.
Stiamo parlando naturalmente di quella fascia di età compresa tra i 13 e i 25 anni che oggi sta diventando sempre più difficile da raggiungere attraverso i media tradizionali. Ecco che i videogiochi, di cui gli esport sono la massima espressione competitiva, diventano un veicolo fondamentale per parlare ai più giovani. Già in occasione della Gamescom 2017, McDonald’s aveva allestito uno stand (Pixxl Island) per permettere ai fan di Minecraft di farsi fare l’autografo dagli YouTuber più famosi.

IN ARRIVO UN TEAM DI ESPORT? – Forse è ancora prematuro, ma Holger Beeck, CEO di McDonald’s Deutschland, in una recente intervista al ‘Die Welt’ ha addirittura paventato l’ipotesi della creazione di un vero e proprio team di esport targato McDonald’s.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.