Log in

Orvieto, al via il Festival nazionale del gioco e delle tradizioni

  • Scritto da Redazione

Il centro storico di Orvieto è il teatro del Festival nazionale del gioco e delle tradizioni, in programma dal 6 all'8 ottobre. Si parla anche di gioco pubblico.


Orvieto - “Il Festival nasce per celebrare una cultura e una pratica, quella dei giochi tradizionali, il cui patrimonio (immateriale) è diventato oggetto di tutela da parte dell’Unesco. Ventisette anni fa, proprio a Orvieto, in occasione di un convegno Uisp nacque la ‘Lega Giochi e Sport Tradizionali oggi divenuta Area Giochi Tradizionali’, che rappresenta lo strumento del nostro mondo associativo impegnato nella diffusione, promozione e conservazione di queste bellissime attività".

Con queste parole Stefano Rumori, presidente regionale Uisp Umbria, presenta il Festival nazionale del gioco e delle tradizioni, al via oggi, 6 ottobre, a Orvieto e in calendario fino a domenica 8.

 

"Con questo ‘Festival’, primo del genere a firma Uisp, che abbiamo pensato ad Orvieto location ideale per un evento come questo, che ripropone i giochi di una volta, i giochi di strada, vogliamo dare continuità e ulteriori contenuti a quella feconda intuizione. L’idea è quella di un recupero dei giochi tradizionali intesi come elementi di orientamento cognitivo, socialità, benessere, cultura, storia. Con il vantaggio che, del gioco tradizionale, si possono sostanzialmente replicare le esperienze emozionali e fisiche, i caratteri agonistici e sociali, il piacere della pratica e un modo di conoscere la tradizione e la storia replicandone, in una dimensione minima, le regole e lo svolgimento", sottolinea Rumori.
 

Nei tre giorni del festival grandi e piccini potranno scoprire i giochi e le tradizioni d'Italia, fra tornei di dama, scacchi e biliardino, giochi di abilità e di movimento, allestiti nelle location più belle del centro storico di Orvieto: dal palazzo del Capitano del popolo a piazza Duomo.
 

IL PROGRAMMA - Oggi, in apertura del Festival, è in programma il convegno intitolato “L’azzardo non è un gioco”, introdotto da Ivano Maiorella, responsabile nazionale Comunicazione Uisp. Dopo i saluti dei rappresentanti delle istituzioni, interverranno: Pierpaolo Baretta, sottosegretario al ministero dell’Economia con delega ai giochi; Tiziano Pesce, vice presidente mazionale Uisp; Luca Barberini, assessore alla Sanità della Regione Umbria; Carla Casciari, consigliere della Regione Umbria; Marco Cristofori, responsabile Asl Umbria 2 Prevenzione e Salute; Dario De Toffoli, Studio Giochi Venezia; Alessio Crisantemi, direttore rivista Gioco news, e Angela Bravi del Servizio Salute Mentale e Dipendenze della Regione Umbria.  Sabato 7 ottobre alle ore 17:00 all’atrio del Palazzo dei Sette, si terrà invece la tavola rotonda sul tema “La felicità in gioco – una sfida per gli Amministratori”. Introduce Stefano Rumori. Partecipano: Furio Honsell – sindaco di Udine, Giuseppe Germani – sindaco di Orvieto, Francesco De Rebotti – sindaco di Narni e presidente di Anci Umbria, Federico Gori – sindaco di Montecchio Club Anci Piccoli Comuni, Alessandra Cannistrà – assessore ai Beni ed attività culturali del Comune di Orvieto, Paolo Monini – funzionario del Comune di Udine, Francesca Corrado – direttrice di Giona, Dario De Toffoli – Studio Giochi Venezia, Giancarlo Baronti – antropologo, Università di Perugia.
Per tutta la durata della manifestazione, dal 6 all’8 ottobre – mattina e pomeriggio – il Palazzo del Capitano del Popolo, il Palazzo dei Sette, Piazza Duomo, Piazza della Repubblica, Piazza del Popolo e Piazza Viviaria, Palazzo Simoncelli (sede dell’Unitre Orvieto) ospiteranno tornei (scacchi, dama, carrom, biliardino, burraco, flipper, tennis tavolo), Giochi di abilità (nala, twister, memory, gruviera, rimbalzino, delirio, barattoli, damigiana, tubo, noci, chiodi, anelli, going, ferri di cavallo, jenga gigante, costruzioni di legno), Giochi da tavolo (dama, scacchi, burraco, biliardino, tennis tavolo, flipper) e Giochi di movimento (aquiloni, carrioli, modellismo radiocomandato, tiro alla fune, pista biglie, birilli, hula hop, corde, mini tennis, tiro con l’arco, giochi di ruolo e simulazione, giocoleria, braccio di ferro, ruzzola.
Domenica 8 ottobre la camminata del Festival con l’“Ottobrata dell’Avis”, a cura dell’Avis comunale di Orvieto con partenza da Piazza Vivaria alle ore 11:00. All’interno del programma anche i mercatini del Festival, i laboratori sull’arte, sul gioco, sulle danze popolari, la caccia al tesoro, le “stazioni in gioco” e la mostra “Gli indiani d’America”.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.