Log in

Terremoto 2016, al Casinò Sanremo una mostra per non dimenticare

  • Scritto da Redazione

Il 14 gennaio al Casinò di Sanremo s'inaugura la mostra "Colpiti al cuore. Vi racconto il terremoto del 2016 in Italia centrale”. In beneficenza parte dei proventi del libro.

Dare testimonianza per rincuorare, per superare la solitudine del tempo che passa, dei paesi che non si riesce a ricostruire, dei dolori che non si riesce a colmare. Paesi e cuori distrutti nelle foto di chi, per darne testimonianza, ha vissuto una settimana in camper nei luoghi colpiti dal sima del 2016.

Da questo viaggio spinto dall’entusiasmo di tanti volontari che hanno prestato la loro opera nei paesi devastati dal sisma del Centro Italia, è scaturito il libro di Gerardo Salerno, “Colpiti al cuore. Vi racconto il terremoto del 2016 in Italia centrale”, diventato una mostra fotografica che aprirà i battenti al Casinò di Sanremo il 14 gennaio. Un volume dove le foto non hanno bisogno di didascalie, né di tante spiegazioni; le immagini conducono in un cammino all’interno della fragilità umana, quella fragilità messa a nudo dalla violenza della Natura.

Dalle macerie, al contempo, esce una solidarietà, che calda il cuore, che colma le
distanze, che sa ricostruire la speranza. Anche il ricavato della vendita del libro verrà in parte finalizzato a progetti nelle aree terremotate del Centro Italia.
L'inaugurazione della mostra, alle ore 17.00 nel teatro e nella sala hall, vedrà la
presenza di Pietro Bellini, sindaco di Preci, uno dei comuni più colpiti dal terremoto del 24 agosto del 2016, dove quasi tutte le abitazioni del borgo sono state o distrutte o lesionate.
 
“Il risultato di una settimana di intenso viaggio nei luoghi del terremoto è qui, sotto i vostri occhi, sperando che di coscenze ne smuova molte altre perché ce n’è un enorme bisogno per la gente del Centro Italia.” Scrive Salerno nell’introduzione.
La prefazione del libro è stata affidata ad Alfredo Sabbatini, fotografo professionista, art
director e regista, fondatore de “Il teatro magico”.

L’esposizione si potrà visitare fino al 20 gennaio. L’ingresso è libero.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.