Log in

Flipper, uno sport 'sessista' e le donne si organizzano

  • Scritto da Gt

Ancora esigua la presenza femminile dei tornei di flipper sportivi, ma "è una questione sociologica".

Anche il The Washington Post si occupa di flipper e solleva l'attenzione sul "sessismo" che caratterizzerebbe questo gioco. Tant'è che le donne, come già annunciato da Gioconewsplayer.it, hanno deciso di dotarsi di una proprie leghe e tornei, per competere.

Come si legge nell'articolo di Adam Ruben, pubblicato sul prestigioso quotidiano statunitense, il fenomeno del flipper sportivo è cresciuto alla grande negli ultimi cinque anni, e lo dimostra i giocatori della International Flipper Pinball Association (Ifpa) sono passati da 10mila a 40mila, mentre i tornei a livello mondiale si stanno moltiplicando e sono ormai nell'ordine delle migliaia.

C'è tuttavia un "ma", ossia la persistente cultura sessista, che hanno portato alla nascita di leghe e tornei interamente al femminile. "Ho sempre giocato con maschi", afferma Echa Schneider, giocatrice di Oakland, in California, che ha fondato nel 2013 la Belles & Chimes. "Mi andava bene, ma volevo incontrare altre donne con cui giocare a flipper". Nel ranking dei 200 migliori giocatori di flipper del mondo, solo tre sono donne. Il presidente Ifpa, Josh Sharpe, stima che circa l'11 percento dei giocatori registrati sono donne, un po' più rispetto all'8 percento che si registrava alcuni anni fa.

Pensare che, a differenza di altri sport, il flipper non presenta alcun vantaggio nè agli uomini nè agli adulti: lo dimostra il più recente vincitore di World Pinball Championships, Escher Lefkoff, che ha solo 13 anni.

Secondo Elizabeth Cromwell, che ha contribuito alla fondazione di un torneo per sole donne nell'ambito del World Pinball Championships vicino Pittsburgh, "non ci sono argomentazioni sull'abilità a giustificare una divisione femminile. Si tratta interamente di una questione sociologica".

FLIPPER IN ROSA IN ITALIA – Donne e flipper è un'accoppiata vincente anche in Italia. Domenica della scosa settimana, in occasione della Milano Pinball Cup, è stata premiata la migliore "quota rosa" classificata e cioè Giada Masiero.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.