Log in

Usain Bolt non ci ripensa, dopo l'atletica c'è il poker

  • Scritto da Gt

Usain Bolt conferma l'intenzione di ritirarsi dall'atletica e si lancia nel mondo del poker con la room PokerStars e la sfida con Kevin Hart #GameOn. 

Usain Bolt non ci ripenserà. Dopo l'ultima finalissima dei suoi amati 100 metri ha confermato il suo ritiro nonostante la sconfitta contro l'ex dopato Justin Gatlin deve avergli bruciato parecchio. L'uomo più veloce del mondo che nel 2009 ha fissato il record mondiale sui 9.58 secondi non potrà più batterlo. E dietro l'angolo c'è già il suo nuovo sponsor e la sua nuova passione: il poker live e online, le sfide contro Kevin Hart e la sua room PokerStars. 

I suoi tifosi potranno ancora ammirarlo nei suoi scatti ma solo con lo sprint delle sue grosse mani per prendere le chips in mezzo al pot vinto o nello slancio per il raise e le 3bet.
Ad inizio giugno la notizia e il lancio della super sfida con Hart: si chiama #GameOn e sarà un contest sul modello di #RaiseIt che ha visto protagonisti Neymar Jr, Cristiano Ronaldo qualche mese fa. Trick, magie con la palla e senza, abilità di vario tipo vedrà protagonisti anche Bolt e Hart.
Ma da #GameOn, sfida a distanza a colpi di video e lanci social, si arriverà ad una sfida vera e propria e faccia a faccia. la sede scelta è il prossimo PokerStars Championship Bahamasa di gennaio 2018 dove i due fenomini dello sport e di Hollywood si affronteranno ai tavoli di poker.
I due hanno oltre 90 milioni di followes sui social network e l'obiettivo dichiarato della room dalla "picca rossa" è palese: agganciare settori, clienti, utenti e pool di potenziali players e nuovi appassionati di poker che il target delle società di gioco spesso non riesce a colpire. PokerStars difficilmente ne sbaglia una.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.