Log in

Napoli vince la Lotteria Italia: 5 mln di euro sui 31 in palio

  • Scritto da Redazione GiocoNews

napolivittoriaE' stato venduto a Napoli il biglietto del primo premio da 5 milioni di euro della Lotteria Italia. La serie e il biglietto del tagliando sono: G 113669. Il secondo premio della Lotteria Italia se lo aggiudica un biglietto venduto a Modena: I 7001550 che vince 2 milioni di euro. Il terzo premio, da 1,5 milioni è andato al biglietto venduto a Castelnuovo di Porto (Roma): la serie C 662975.

Il quarto premio, da 1 milione, è andato a Roma: C 44105. Il quinto premio, da 500.000 è andato a Paderno Dugnano (Milano): B 821811. Infine, l'ultimo biglietto vincente, G 326276 è stato venduto a Torino e si aggiudica 250.000.

Centoventi biglietti vincenti e 31 milioni di euro distribuiti

I 30 biglietti di vincita di seconda categoria

NESSUNA TASSA DEL 6% SULLE VINCITE DELLA LOTTERIA
Le vincite della Lotteria Italia sono escluse dall’applicazione del prelievo aggiuntivo del 6% sulle vincite superiori ai 500 euro che, dal 1lotteria_2011gennaio 2012, viene detratto all’atto del pagamento della vincita.

A FROSINONE SPESA BOOM PROCAPITE
È il capoluogo della Ciociaria la provincia italiana con la maggiore spesa pro capite per la Lotteria Italia. A Frosinone infatti è stato venduto un biglietto ogni 2,6 abitanti, contro una media italiana di un tagliando acquistato ogni 7 persone. Poco interesse per la lotteria nazionale a Nuoro, con un biglietto venduto ogni 32,5 abitanti, seguita da Sassari (29,5), Crotone (28,2) e Cagliari (25,7).

ROMA CAPITALE DEI BIGLIETTI VENDUTI
Roma si conferma la città dove si vendono più biglietti della Lotteria Italia. La vendita è stata di oltre 1,3 milioni di tagliandi - il 16,3% degli 8 milioni su base nazionale, secondo un’elaborazione dell’agenzia specializzata Agipronews su dati Aams - contro 1,6 milioni dello scorso anno. Seconda città per numero di biglietti venduti è Milano, che conta 520 mila tagliandi staccati (contro i 615 mila del 2010), seguita da Napoli con 328 mila (nel 2010 furono 422 mila).

terzacategoria

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.