Log in

Arte e gioco del Lotto: Matisse e il suo mondo

  • Scritto da Giulio Spacca

Il gioco del Lotto e l'arte un legame sempre importante come a Palazzo Chiablese con le opere di Henry Matisse. 

La composizione è l'arte di sistemare in modo decorativo i diversi elementi di cui la pittura dispone per esprimere i propri sentimenti... Un'opera comporta un'armonia d'insieme; qualsiasi particolare superfluo prenderebbe, nello spirito dello spettatore, il posto di un particolare essenziale.

Così descriveva la sua arte Henry Matisse, come un moderno Michelangelo voleva riempire gli spazi per farne opere d’arte. L’ansia espressa nei suoi quadri all’inizio del ‘900 veniva caratterizzata da colori violenti, che erano anche espressione delle emozioni più profonde dell’animo umano. Matisse, Derain, Vlaminck e Rouault, mostrarono una nuova weltanshauung, una nuova concezione del mondo che era una scioccante esaltazione del colore e costoro divennero per la critica i fauves (belve), da cui fauvismo, nome dato al loro movimento. Matisse continuò poi a confrontarsi con artisti del suo tempo quali Picasso, Renoir, Bonnard, Modigliani, Miró, Braque, Marquet, Léger e ci furono continui scambi artistici tra questi pittori. L’arte di Matisse e dei suoi contemporanei può parlare a noi e tirar fuori da noi stessi le cose più profonde. Dentro di noi, nel nostro interiore homine (in interiore homine habitat veritas), c’è una forte “ansia”, dovuta ad una ricerca continua di “luce nuova”, di “colori forti”, questi ci aiutano ad esorcizzare le nostre paure. Questo guardarsi dentro attraverso l’arte ha dato origine a quelli che oggi sono gli effetti speciali e le gotiche atmosfere favolistiche ricreate dall’arte del cinema. L’opera di Matisse e dei suoi contemporanei è talmente attuale che oggi in quei quadri ritroviamo ciò che chiamiamo lo “spazio virtuale”. E’ immaginabile, dunque, viaggiare nel tempo grazie all’arte e a ciò che i grandi pensatori e artisti ci hanno lasciato con le loro opere.
Compiere questo viaggio è possibile a Torino a Palazzo Chiablese* con 50 opere di Matisse e 47 di artisti a lui coevi quali Picasso, Renoir, Bonnard, Modigliani, Miró, Derain, Braque, Marquet, Léger - tutte provenienti dal Centre Pompidou - la mostra “Matisse e il suo tempo” si prefigge di mostrare le opere di Matisse attraverso l’esatto contesto delle sue amicizie e degli scambi artistici con altri pittori.
Opere di Matisse quali Icaro (della serie Jazz del 1947), Grande interno rosso (1948), Ragazza vestita di bianco, su fondo rosso (1946) sono messe a confronto con i quadri di Picasso, come Nudo con berretto turco (1955), di Braque, come Toeletta davanti alla finestra (1942), di Léger, come Il tempo libero - Omaggio a Louis David (1948-1949).
La mostra che durerà fino al 15 maggio 2016, vede come sponsor Il Gioco del Lotto e il 6 e 7 febbraio Il Gioco del Lotto ha offerto due giornate dedicate alle famiglie con i laboratori di Io gioco con l'arte.
*Palazzo Chiablese: il palazzo è tornato all'antico splendore anche grazie ai fondi de Il Gioco del Lotto che hanno permesso il recupero degli ambienti interni in modo da ripristinare il cosiddetto “percorso del Principe”, che dagli appartamenti privati conduceva i duchi di Chiablese alla cappella della Sindone e al Palazzo Reale.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.