Log in

Frodi sportive: Lega Pro, Sportradar, Fifa e Uefa puntano sulla prevenzione

  • Scritto da Sara Michelucci

pallone_lega_pro_20112012Le frodi sportive stanno diventando una piaga che mette a dura prova soprattutto il mondo del calcio. Per questo è stato lanciato a Roma un workshop, promosso dalla Lega Pro e dedicato ai responsabili dei settori giovanili dei club appartenenti a questa Lega, che ha fatto seguito all'incontro di lunedì scorso riservato agli arbitri, e nato dalla collaborazione con Sportradar, Fifa e Uefa. Un incontro inedito e significativo con il quale la Lega Pro, convocando per la prima volta i responsabili dei settori giovanili, ha voluto investire in informazione e prevenzione nell'area giovani.

E Betfair pensa alle Olimpiadi: siglato accordo con Londra 2012 per promuovere l'integrità dello sport

 

Le frodi sportive, con una particolare attenzione rivolta al fenomeno del calcio scommesse, la sua tipologia e dimensioni sono stati gli elementi al centro del dibattito di venerdì scorso e dell'incontro di ieri, teso ad evidenziare i termini del problema e l'importanza del ruolo rivestito dalle varie componenti del calcio nell'azione di contrasto definita dalle istituzioni politiche e sportive.
Prima dell'inizio dei lavori sono intervenuti per un indirizzo di saluto il presidente della Lega Pro Mario Macalli e il direttore generale della Figc Antonello Valentini. "Fa piacere vedere - ha dichiarato Valentini - il gran numero delle società che seguono questi corsi, il cui obiettivo è quello di fare prevenzione. Sono iniziative che fanno bene al calcio. La Lega Pro ha due primati: è la prima componente federale che ha avviato con Sportradar  un percorso di collaborazione per il monitoraggio delle gare e con l'incontro di oggi amplia il raggio d'azione dell'attività preventiva sul calcio giovanile".

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.