Log in

FifPro: "Calciatori che non hanno regolare stipendio più coinvolti nei casi di partite truccate"

  • Scritto da Sm
scommessesullosportIl sindacato internazionale dei calciatori professionisti FIFPro mette in luce dati a dir poco allarmanti per quanto riguarda la corruzione nel calcio dei paesi dell'Est Europa. E lo fa con la redazione di un Black Book che ha un messaggio molto chiaro: "per centinaia di calciatori professionisti in Europa orientale, il sogno di fare una carriera nel mondo del calcio è diventato a dir poco un incubo. Essi non ricevono i loro stipendi, sono fisicamente e mentalmente 'sfruttati' e devono stare in guardia contro le insidie della criminalità organizzata. I giocatori che non ricevono i loro stipendi sono molto vulnerabili a essere coinvolti in partite truccate. Più a lungo uno stipendio ritarda ad arrivare, maggiore è il rischio che il giocatore parteciperà alla manipolazione delle partite. Infatti il 55% dei calciatori che dichiarano di non aver percepito con regolarità lo stipendio, rivela di essere stato coinvolto in casi di match fixing. Oltre 3000 calciatori professionisti sono stati coinvolti nello studio". Decisamente non è giustificabile truccare le partite con il fatto che non si percepisce lo stipendio. Inoltre la cosa cozza totalmente con quanto accuduto ad esempio in Italia, dove i calciatori coinvolti nello scandalo calcio-scommesse non erano affatto a digiuno di denaro.
L'11,9% ha rivelato di essere stato avvicinato o coinvolto per modificare il risultato di una partita al fine di scommesse illegali e il 23,6% è a conoscenza di casi di corruzione e partite truccate nei rispettivi campionati. In Russia la percentuale arriva a toccare addirittura il 43,5%.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.