Log in

Scommesse illegali, Lorgat: “Il problema è ovunque”

  • Scritto da Mc

lorgatSi è affrontato il tema delle scommesse illegali, nel corso del Global Sports Forum di Barcellona 2012 che si è tenuto nei giorni scorsi in Catalogna. Per Haroon Lorgat, direttore esecutivo dell'International Cricket Council, ogni partita televisiva nel mondo è ora un obiettivo per la corruzione. "Quello che abbiamo scoperto è che il problema è ovunque. Così recentemente abbiamo affrontato partite truccate a livello internazionale, tutto ciò che abbiamo fatto è stato sostituirle a livello locale", ha affermato nel corso del dibattito su 'Scommettere sullo sport: quanto fa bene agli affari?'. "In sostanza ogni partita che viene trasmessa è un bersaglio per la corruzione". Chris Eaton, responsabile Fifa della sicurezza, che lascerà il suo incarico a maggio per aderire all'International Center for Sport Security (ICSS - Centro Internazionale per la sicurezza dello sport) in Qatar, ha sostenuto l'opinione di Lorgat, citando un recente esempio nella Corea del Sud dove ai calciatori sono stati imposti diversi divieti a vita a seguito di una indagine nel 2011 su una partita truccata. Eaton ha affermato che una volta conclusa l'indagine nel campionato di calcio del paese, sono iniziati a sorgere problemi simili provenienti dai campionati di baseball e di pallavolo del paese. "I corruttori non se ne vanno mai", ha aggiunto Lorgat. "Hanno appena trovato un altro mezzo. Sono creativi nel modo in cui arriveranno al dollaro finale che vogliono fare. Devi semplicemente mettere tutte le tue risorse per proteggere l'integrità dello sport. "

Anche secondo John Abbot, capo dell'Interpol Steering Group, "le organizzazioni criminali trovano nelle scommesse pochi rischi e alti profitti".

Abbot ha evidenziato i tre fattori che favoriscono la diffusione del fenomeno: la globalizzazione, l'espansione delle scommesse, e il forte impegno della criminalità organizzata.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.