Log in

Scommesse, l’Italia verso il modello inglese: Sisal punta sullo sport

  • Scritto da Sara Michelucci

Massimo Temperelli, direttore Sisal Matchpoint, intervistato da Gioconews.it, commenta il lancio del palinsesto complementare per le scommesse. Ma quali sono le potenzialità di un palinsesto di questo tipo? “Dal nostro punto di vista, il palinsesto complementare risponde a molteplici necessità, in primis quella di avvicinare sempre più il betting italiano al ‘modello’ inglese, differenziando l’offerta tra i vari operatori e fornendo loro un ottimo strumento di marketing e comunicazione. In secondo luogo, ci permetterà di ‘riempire’ il palinsesto nei periodi in cui è più scarno, come ad esempio i mesi estivi”.

Avete già pensato a qualche evento particolare su cui aprire le giocate?

“Abbiamo qualche idea, valuteremo nei prossimi giorni cosa proporre. Ma non vogliamo dare anticipazioni”.

Ci sono, secondo lei, eventi che potranno riscuotere particolare appeal tra i giocatori? Quali e perché?

“Senza dubbio alcuni eventi sportivi, anche di nicchia, attualmente esclusi dal palinsesto. Eventi che, a seconda dei casi e della eventuale copertura mediatica, potrebbero essere proposti anche in modalità live”.

Meglio il gossip o lo spettacolo?

“Scegliamo la terza soluzione, quella dello sport: siamo convinti che, in termini di raccolta, l’evento sportivo continui ad avere una marcia in più rispetto al gossip o allo spettacolo, che invece godono di maggiore appeal mediatico, ma risultano meno attraenti per il giocatore”.

 Ci sono, a suo avviso, troppe limitazioni nel protocollo tecnico inviato dai Monopoli o le ritiene corrette?

“Non parlerei di limitazioni, al massimo di ‘complessità’ della procedura. Ma di fatto questa richiederà solo un po' di lavoro e tempo in più per la sua implementazione”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.