Log in

Match fixing: Uefa esclude il Metalist dalla Champions, forse entrano i greci del Paok

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

Gli ucraini del Metalist Kharkiv non potranno disputare i play off per la Champions League. E' la decisione presa dalla Uefa in seguito al coinvolgimento del club in un caso di match fixing in occasione di una partita del campionato ucraino, fra Metalist e il Karpaty dell’aprile 2008, accusata di combine. A inizio agosto il Tribunale di arbitrato sportivo ha confermato la decisione della Federcalcio ucraina di revocare al Metalist il terzo posto raggiunto nell’ultimo campionato e di affibbiare alle due squadre una multa di 25 mila dollari ciascuna, per avere manipolato quel match, oltre a conferamre la squalifica di cinque anni per un calciatore del Metalist e le squalifiche di tre anni per altri cinque atleti.


Il posto degli ucraini in Champions League potrebbe ora essere preso dai greci del Paok Salonicco, che sono stati sconfitti nel terzo preliminare di Champions proprio dagli ucraini. Ma il Metalist ha già annunciato che farà ricorso al Tas contro la sentenza d’appello.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.