Log in

Scommesse: dodici anni di squalifica per un giocatore di snooker inglese

  • Scritto da Sm

È stato squalificato per 12 anni il giocatore di snooker, Stephen Lee, dalla Gambling Commission inglese. Si tratta di “un segnale forte per i giocatori sportivi professionisti che truccano le partite”. Lee è stato anche condannato a pagare un contributo per le spese di 40.000 sterline (oltre 47 milioni di euro). Lee è stato sanzionato dalla World Professional Billards and Snooker Association (Wpbsa) a seguito di un'inchiesta basata in gran parte su prove di un'attività di scommesse sospette fornite dalla Gambling Commission. La Commission’s Sports Betting Intelligence Unit (Unità di intelligence su scommesse sportive della Commissione) ha avuto comunicazioni che collegano Lee a una serie di scommesse piazzate su incontri a cui ha partecipato durante il 2008 e il 2009. Tutti gli operatori autorizzati dalla Gambling Commission devono, come condizione per la loro licenza, segnalare casi di scommesse sospette alla Commissione.

Lee è stato oggetto di un'indagine penale congiunta della Commissione e della polizia del West Midlands. A seguito di una decisione della Crown Prosecution Service di non intraprendere un'azione penale, la Commissione ha fornito informazioni e supporto agli investigatori alla Wpbsa.

Nick Tofiluk, Direttore della Commissione Operazioni di Regolamentazione, ha affermato: “Accogliamo con favore il lavoro della Wpbsa nel vedere questo caso e nello stabilire un deterrente per coloro che truccano le partite impostando chiare regole sportive sostenute da dure sanzioni e dalla buona educazione del giocatore. Ciò mostra il valore della Gambling Commission e degli organi sportivi governativi che lavorano a stretto contatto. Il caso di Stephen Lee manda anche un severo avvertimento ai giocatori di tutti gli sport con sede nel regno unito. Se si cerca di beneficiare di partite truccate ci si dovrebbe aspettare di pagare un prezzo molto alto”.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.