Log in

La Roma non si ferma e abbatte la sua quota sull'antepost serie A: ecco su chi scommettere

  • Scritto da Giuseppe Tondelli

La cavalcata trionfale della Roma di Rudi Garcia che anche senza Totti e Gervinho piazza la sua nona vittoria consecutiva in campionato schizzando a 27 punti con 5 di vantaggio su Juventus e Napoli è inversamente proporzionale al calo della quota antepost sul vincente della Serie A.

I giallorossi ad inizio anno erano un bell'affare visto che viaggiavano con quote che avrebbero moltipicato per 20, 30 o 40 le puntate degli scommettitori. All'ultimo aggiornamento di oggi la Roma è pagata 2.60 volte la posta scommessa da iZiplay mentre Better paga 2.65 e altri bookmakers si attestano su questa cifra.
Ovviamente la Juventus era la favorita ad inizio stagione con una scaletta di inseguitrici tra cui il Napoli, l'Inter, il Milan e la Fiorentina, le solite insomma.
La Juve rimane la quota più probabile a 2.25 volte la posta scommessa e il Napoli tiene botta a 5.50. La sensazione è che, se la Roma regge questo ritmo con un leggero calo, la lotta sarà a tre con Juve e Napoli. E ce ne saranno di belle da vedere con la Juventus non più brillante come gli ultimi due anni e il cruccio Champions, e il Napoli che cede Cavani ma trova ancor più qualità con Higuain e i tremendi attaccanti Mertens, Callejon e la promessa Insigne oltre a Pandev e Hamsik e il resto della truppa.
La Fiorentina attualmente, con un Rossi stratosferisco, un Cuadrado finalmente in formissima e in attesa di Mario Gomez, rappresenta la squadra più indietro ma che potrebbe darci soddisfazioni al banco del book. In lavagna oscilla tra 25 e 30 volte l'importo scommesso.
L'Inter di Mazzarri è a quota 25 anch'essa mentre crollano Milan a 100 e LAzio a 300 volte la posta scommessa.
L'affare meno conveniente adesso è proprio la Roma che andava scommessa qualche settimana prima quando la quota era più alta. A Udine è andata bene ma Garcia su Totti punta eccome e il campionato è lunghissimo. Gervinho rientrerà così come anche il capitano. Forse la rosa corta può essere un limite ma i giallorossi non hanno coppe da giocare. Uno svantaggio generale ma un vantaggio non da poco per la stagione in corso.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.