Log in

UK: boom delle betting machines, 46 miliardi di sterline e più 50%

  • Scritto da Ca

Le cifre della Gambling Commission mostrano che l'importo speso sulle macchine per scommesse fisse è straordinariamente aumentato negli ultimi quattro anni. 

 

L'anno scorso i britannici hanno scommesso 46 miliardi di sterline su questi terminali, un incremento di quasi il 50 per cento negli ultimi quattro anni.
Le cifre della Gambling Commission mostrano che i giocatori perdono fino a 100 sterline ogni 20 secondisu queste macchine, che sono state soprannominate il "crack" dei quartieri alti e lo scorso anno quasi 600.000 minori sono stati fermati mentre cercavano di entrare in negozi di scommesse, sei volte tanti quanti nel 2009,.
Tra aprile 2012 e marzo 2013 i bookmaker hanno realizzato profitti di 1,55 miliardi di sterline dai terminali.
Una serie di consigli ha tentato di contrastare le macchine da gioco in quanto vi è crescente preoccupazione per il loro impatto. Sono state collegate ad attività criminali, tra cui il riciclaggio di denaro della droga.
Il Daily Mail riferisce che oggi i membri del parlamento voteranno se debbano essere stabilite le scommesse e i premi dalle macchine.

“Sono una minaccia per ogni strada", ha dichiarato Tom Watson, parlamentare laburista, che ha chiesto al governo di adottare misure urgenti e limitare i valori delle scommesse, abbassandoli da 100 a 2 sterline.
Le cifre della commissione mostrano che, in media, i bookmaker hanno un utile del 3,4 per cento dalle macchine, dove i giocatori possono scegliere tra una serie di giochi tra cui la roulette.
I profitti dello scorso anno, 1,5 miliardi di sterline, sono del sette per cento nel 2011-12 e del 47 per cento superiori a quelli del 2009.
Le macchine ora rappresentano quasi la metà del fatturato dei negozi di scommesse, un incremento di circa il 16 per cento dall'inizio della recessione nel 2008.
Nonostante sia riconosciuto che le macchine possono causare dipendenza e persino violenza, i ministri hanno finora rifiutato di porvi restrizioni.
Il mese scorso un'analisi dell'Assessorato alla Cultura ha rilevato che "mentre è chiaro che la riduzione delle puntate sulle macchine (FOBT) in vari gradi avrebbe un impatto economico negativo sull'industria delle scommesse, non è al momento chiara la grandezza dell'impatto che potrebbe avere una riduzione sul danno collegato al gioco."
I parlamentari laburisti sono intenzionati a votare per respingere l'intera analisi poiché oggi per renderla legge è necessaria una legislazione secondaria.

La campagna Campaign for Fairer Gambling and the Stop the FOBTs (Fixed-Odds Betting Terminals – Campagna per il gioco piu' leale e per bloccare le FOBT – terminali di scommesse a quote fisse) ha chiesto che le 100 sterline di puntate massime siano ridotte a 2 sterline, che è il massimo che si può scommettere sulla maggior parte delle slot machine.
Pur avendo espresso preoccupazione in passato riguardo le macchine, oggi ci si aspetta che i liberal-democratici votino a favore dell'analisi.
La relazione della Commissione mostra inoltre che il numero di persone che si sono "auto escluse" da negozi di scommesse perché non si fidano delle loro abitudini di scommesse è raddoppiato negli ultimi quattro anni da 11.424 a 22.485.
Lo scorso anno circa 588.000 minorenni sono stati fermati quando hanno cercato di entrare in un negozio di scommesse e 27.000 persone sono state contestate una volta che avevano piazzato una scommessa.
Le macchine sono state limitate a quattro punti di vendita, ma ve ne sono 33.000 in tutto il paese.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.