Log in

Olimpiadi invernali e 2016, scommettitori più sicuri con il nuovo accordo a tre

  • Scritto da Redazione

L'International Olympic Committee (Comitato Olimpico Internazionale) e l'industria regolamentata delle scommesse hanno annunciato oggi un nuovo accordo di comunicazione delle informazioni che circonda ogni attività di scommesse sospette.

L'accordo firmato dalla European Gaming and Betting Association (Egba) e dalla European Sports Security Association (Essa) viene prima dei tanto attesi Giochi Olimpici Invernali 2014 a Sochi (Russia), ma si estenderà per includere Rio 2016.

 

Mark Adams, direttore delle comunicazioni dell'Ioc, ha affermato che: "Il Memorandum of Understandings (Mou - Memorandum d'Intesa) tra l'Ioc e i diversi operatori di scommesse e regolatori, tra cui Essa e Egba è parte della nostra strategia concertata per sostenere lo sport pulito e proteggere le competizioni più importanti da qualsiasi forma di manipolazione, in particolare quelle legate al mondo delle scommesse. Siamo molto soddisfatti di questi accordi, che si basano sulla nostra collaborazione di successo durante Londra 2012."

 

L’IBIS - Nel caso di qualsiasi problema relativo all'integrità delle scommettere nei giochi Olimpici o in gare organizzate dalla Federazione Internazionale (Ifs), il Mou consentirà ai membri Essa e Egba di condividere i dati con l'Ioc nella loro nuova istituzione ‘Integrity Betting, Intelligence System’. Con la sua prima apparizione ai Giochi di Sochi, l'Ibis raccoglie avvisi e informazioni sulla manipolazione attraverso le scommesse sullo sport. Sarà inoltre messo a disposizione delle Federazioni Internazionali durante i loro campionati più importanti.

 

IL COMMENTO DI ALI - "L'Essa sostiene pienamente l'istituzione dell'Ibis, e questa nuova informazione che notifica un accordo consolida ulteriormente la risolutezza comune dei nostri settori nel rilevare, impedire e segnalare attività di corruzione nello sport", ha dichiarato Khalid Ali, segretario generale Essa.

 

E QUELLO DI HAIJER - Maarten Haijer, segretario generale dell'Egba, ha affermato che "il Mou firmato tra Egba, Essa e Ioc manda il chiaro messaggio che l'industria delle scommesse sportive prende molto sul serio la questione della partite truccate e la affronteranno a testa alta. Lo sport, il pubblico e tutti gli operatori sportivi perdono con le partite truccate. Gli operatori di scommesse regolamentati lavorano sodo per promuovere un'esperienza di gioco leale e incontaminata per tutti".

Egba e Essa sono stati attivi nella lotta contro le partite truccate per molti anni. Già nel 2010 hanno aperto la strada con una campagna di formazione agli atleti europei per educare gli sportivi professionisti all'integrità delle scommesse sportive.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.