Log in

97° Giro d'Italia: sfida tra Quintana e Rodriguez

  • Scritto da Giuseppe Tondelli

Prende oggi il suo via ufficiale il 97° Giro d'Italia, con una partenza originalissima a Belfast in Irlanda del Nord e si infiammano le scommesse. Quest’anno grande incertezza e sarà bene vedere i primissimi giri di pedale per capire chi realmente è favorito.

Lo vogliono capire anche i team dei due corridori dati per vincenti anche dai quotisti, Nairo Quintana e Joaquin ‘Purito’ Rodriguez. Nessuno dei due ha vinto un grande giro: il colombiano si è classificato secondo al Tour 2013, lo spagnolo secondo al Giro 2012 (e terzo alla Grande Boucle dello scorso anno). In entrambi i team sono presenti italiani di valore che faranno la loro parte in gara.

 

 

I FAVORITI SECONDO SPORTYES - Quintana è favoritissimo al momento. Sportyes lo dà a quota 1,75, mentre Rodriguez paga 3,5 volte la posta. Per Sportyes in terza piazza c’è un certo Cadel Evans che paga 8 volte la posta e in questa fase può essere un discreto investimento. E gli italiani migliori? C’è la coppia Domenico Pozzovivo, pagato 15 volte la posta e Michele Scarponi a quota 25. Davvero due quote molto alte ma decisamente interessanti da puntare subito se si possiedono buone informazioni sui due o buone sensazioni. In questa fase è la quota Altro, cioè qualsiasi altro nome non bancato dai quotisti rispetto ai primi 5 previsti, che paga 10 volte la posta. Specie in gare individuali con scommesse antepost è una buona soluzione per chi vuole speculare in questa fase di incertezza.

Altri nomi caldi? I due italiani Adriano Malori e Eros Capecchi; il costaricano Andrey Amador; e il pattuglione spagnolo composto da Fran Ventoso, Igor Antón, Jonathan Castroviejo, Gorka Izagirre and José Herrada.

E poi Giampaolo Caruso e Luca Paolini; e poi Maxim Belkov, Vladimir Gusev, Alberto Losada, Daniel Moreno, Angel Vicioso e Eduard Vorganov.

 

COLOMBIANO IN VETTA - Secondo le quote Snai il più probabile vincitore della maglia rosa decisiva, assegnata il prossimo 31 maggio a Trieste, è il colombiano Quintana, quotato 2,00. Ventiquattro anni, corre per il Team Movistar e nello scorso anno si è aggiudicato il Giro dei Paesi Baschi. Secondo Snai, le caratteristiche di scalatore di Quintana, in un’edizione del Giro che su 21 tappe ne prevede 10 con arrivo in salita (di cui cinque di alta montagna), possono permettergli di imporsi sullo spagnolo del Katusha Team (quotato 4,00). Dietro a Cadel Evans (terzo lo scorso anno, per l’edizione 2014 è quotato 10) e Rigoberto Uran (secondo al Giro 2013, quota 12) troviamo l’azzurro Domenico Pozzovivo, quotato 20: anche il ciclista originario di Policoro, in provincia di Matera, è uno scalatore, ma sino a ora non ha ottenuto grandi risultati in carriera, se si esclude il Giro del Trentino vinto nel 2012. Per gli altri italiani, da segnalare le quote per Michele Scarponi (33), Fabio Aru (40), Ivan Basso (75) e Franco Pellizotti (75).

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.