Log in

Crazy Shoot, chiusura con il botto un romano brucia la retina del Palazzetto

  • Scritto da Redazione

Si chiama Pino Censi, ha 51 anni, e nell’ultima gara della stagione regolare al Palazzetto dello Sport di Roma, ha bruciato la retina conquistando i 500 euro messi in palio dal Crazy Shoot. Si chiude così, nel migliore dei modi, il contest targato Sisal Matchpoint e Virtus Roma che, nelle ultime sette gare interne dei capitolini, ha coinvolto ed appassionato migliaia di tifosi di basket.

Il Crazy Shoot Sisal Matchpoint, nel corso delle sue sette tappe, ha regalato ai partecipanti 12 maglie autografate dal capitano della Virtus Roma Phil Goss e due assegni: i vincitori hanno realizzato il canestro in occasione delle gare contro Pesaro e, appunto, in quella di ieri contro Varese.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.