Log in

Paddy Power apre le scommesse sui premi Nobel: Murakami in pole per la letteratura e Mukwege e Papa Francesco per la Pace

  • Scritto da Cesare Antonini

Arrivano le prime scommesse interessanti sul palinsesto complementare dei bookmaker italiani e legate ai fatti di cronaca.

I Monopoli hanno acconsentito ad aprire le puntate su due premi Nobel, quello della Pace decisamente il più importante al Mondo, e quello per la Letteratura che stuzzica comunque la curiosità degli appassionati di lettura di tutto il mondo. Ecco le proposte di Paddy Power. 

 

IL NOBEL ALLA LETTERATURA - Partiamo con quello alla Letteratura. Con la motivazione di essere la 'maestra del racconto breve contemporanea', la canadese Alice Munro vinse il premio Nobel per la Letteratura lo scorso anno succedendo al cinese Mo Yan e allo svedese Tomas Transtromer.

Uno dei favoriti era lo scrittore, saggista e traduttore giapponese Haruki Murakami che, alla fine, dovette abdicare proprio di fronte alla Munro. Quest'anno Murakami, autore di libri quali 'Nel segno della pecora', 'Dance dance dance', 'La ragazza dello Sputnik', 'Kafka sulla spiaggia' e l'ultima opera monumentale '1Q84', riparte favorito con una quota 3.70.
Ma chi può mettere i bastoni tra le ruote del giapponese Murakami? A quota 6 c'è Assia Djebar, scrittrice algerina che tratta soprattutto le condizioni della donna nella regione nordafricana mentre Svetlana Aleksijevitj, una giornalista bielorussa cronista dei principali eventi dell'Unione Sovietica, della guerra din Afghanistan e anche del disatro di Chernobyl è un'ottima scelta e paga 17 volte la posta su PP. A 9 c'è Ngugi va Thiongo e a 11 Adonis e Oates. Una concorrenza molto agguerrita per lo scrittore di Kyoto che vorrebbe finalmente trionfare in questa 'competizione' che offre un prestigio assoluto e una fama mondiale a chi ne riceve il premio.
Poi ci sono Don De Lillo e Philip Roth a 13 per la mitica narrativa americana. Qualche nome super classico può essere Milan Kundera che paga 20 volte la posta. E per l'Italia? C'è solo Dacia Maraini a quota 40 e poi tanti altri nomi come Rushdie mentre paga 40 volte la posta un Bob Dylan che potrebbe stuzzicare l'interesse di alcuni scommettitori.

 

 

 

IL NOBEL PER LA PACE - Per il Nobel per la Pace favorito Denis Mukwege, il ginecologo congolese che ha costuito un ospedale dedicato al trattamento e alla cura delle donne messe in cinta contro la loro volontà dalle forze ribelli. La sua opera umanitaria è enorme e la quota è fissata a 5. In seconda piazza Papa Francesco a quota 7. Alcuni rumours lo danno già per vincente in questi giorni ma i book per ora vedono favorito il medico congolese. A quota 9 c'è Gene Sharp, è un filosofo, politico e intellettuale statunitense di 86 anni conosciuto per i suoi studi sulla nonviolenza e sulla disobbedienza civile oltre ad essere il fondatore dell'Albert Einstein Institute per lo studio e l'utilizzo della nonviolenza nei conflitti di tutto il mondo. A 11 ottime le quote per Yousafzai e Helmuth Johl. Il classico Bill Clinton paga 20 volte la posta e poi una serie di provocazioni come Angelina Jolie, Vladimir Putin e Tony Blair a 50 volte la posta scommessa. Non solo persone fisiche ma anche l'Articolo 9 della costituzione giapponse a 50 e Facebook a 60.

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.