Log in

Sportardar vola a Trigoria: anche la Roma studia contro le frodi sportive

  • Scritto da Ca

Formazione, prevenzione, tutela. Prosegue l’impegno a tutto campo della Lega Serie A e di Sportradar per prevenire i rischi di manipolazione delle partite, grazie al progetto “Per l’integrità del gioco: formazione in campo contro le frodi sportive”.

L’incontro di oggi ha visto protagonisti della giornata di formazione la primavera, gli allievi, lo staff tecnico e dirigenziale dell'AS Roma.
Dopo gli incontri con le primavere di Milan, Inter, Empoli, Parma, Fiorentina, Sampdoria, Sassuolo, Juventus e Torino - nonché con la prima squadra e giovanili del Cesena - Sportradar ha fatto tappa a Trigoria: “Questo incontro dedicato all’integrità del gioco del calcio è stato importantissimo e doveroso proprio per la formazione dei ragazzi – ha commentato Alberto De Rossi, allenatore della Primavera -. Sono stati ripresi e fortificati dei concetti che noi già avevamo affrontato con la squadra, ma che è sempre bene ribadire. Il concetto di base è che i nostri ragazzi fanno parte di una società professionistica: non possono e non devono scommettere su nessuna partita di calcio. Eventi come quello di oggi sono altamente formativi. Quello del match-fixing è un fenomeno dilagante e si deve combattere soprattutto con l’integrità personale. Questi incontri dovremo farli sia noi, sia le famiglie: è stato un arricchimento importante per i ragazzi”.
Come fare per capire i possibili tentativi di frode, che cosa si rischia in caso di coinvolgimento diretto, quali sono le tecniche che le organizzazioni criminali utilizzano per avvicinare i tesserati: questi e molti altri i temi di discussione del seminario. Vere e proprie lezioni di “autodifesa” corredate di filmati reali e case history, che aiutano a sensibilizzare i calciatori e a fargli comprendere di cosa si parla quando si utilizza il termine “match-fixing”.
Particolare attenzione è stata rivolta anche al ruolo dei social network, strumenti di contatto usati sempre più spesso dai cosiddetti fixers, per carpire la fiducia di atleti di ogni fascia di età e sfruttarne l’amicizia al fine di alterare il regolare svolgimento delle partite.
La giornata di formazione è stata condotta da Marcello Presilla, Responsabile per l’Italia di Sportradar AG, società leader a livello mondiale nelle attività di contrasto e prevenzione delle frodi sportive. Attraverso il Fraud Detection System, il sofisticato sistema che monitora e analizza i flussi di betting, agganciandone le variazioni e incrociandole con migliaia di dati differenti, Sportradar controlla gli andamenti delle quote sul mercato mondiale delle scommesse. Il FDS è il più avanzato sistema di monitoraggio dei flussi anomali a livello internazionale, che al servizio della UEFA controlla tutte le partite delle squadre appartenenti alla Serie A e B dei 54 Paesi aderenti.
“Con il workshop di oggi siamo giunti a circa meta’ del cammino del progetto Integrity Serie A - ha dichiarato Marcello Presilla -. E’ un’iniziativa che sta riservando sorprese molto positive, suscitando grande interesse da parte di tutti i partecipanti: giocatori, allenatori e dirigenti. Parlare del fenomeno match-fixing nel modo giusto, illustrando casi reali e concreti di combine a questi ragazzi, stimola la loro curiosità e l’interesse a essere informati correttamente. Quello delle frodi sportive è un fenomeno, purtroppo, largamente diffuso e molto insidioso, ma che si può sconfiggere anche attraverso interventi educativi ed informativi come quello che stiamo conducendo insieme alla Lega di Serie A. Nell’occasione voglio ringraziare Mister De Rossi e la società As Roma per la disponibilità e l’ospitalità ricevuta.”

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.